Scippa la borsa ad una donna prima della Messa delle Ceneri: inseguito e catturato dalla Polizia

Il giovane è stato tratto in arresto per furto aggravato

Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato del Commissariato di Corigliano-Rossano ha tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato in area Rossano di Corigliano-Rossano il 22enne R.G., pluripregiudicato per reati specifici ed in atto sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.


Lo stesso negli ultimi mesi si è reso responsabile di altri furti e scippi nella zona.
Nello specifico, personale della Squadra Volante, durante il normale servizio di controllo del territorio, transitando su viale Sant’Angelo dell’area Rossano di Corigliano-Rossano, ha notato delle persone che si agitavano nei pressi della Chiesa del Sacro Cuore perché era appena stato consumato, ai danni di una signora presente all’interno della stessa parrocchia, il furto di una borsa contenente soldi, documenti ed oggetti vari, mentre la stessa, unitamente al parroco e ad altre persone effettuava dei lavori di preparazione alla celebrazione delle Sante Ceneri.
Gli agenti di Polizia, prese le prime descrizioni del soggetto, si sono posti immediatamente alla sua ricerca riuscendo ad individuarlo a poche centinaia di metri ancora in possesso della borsa della signora.
Il soggetto, in seguito identificato per R. G., alla vista della Volante della Polizia di Stato si è dato alla fuga cercando di disfarsi della borsa rubata, ma i poliziotti si sono posti prontamente al suo inseguimento bloccandogli le vie di fuga e riuscendo a fermarlo dopo pochi metri.
Il fermato è stato accompagnato in Commissariato e, dopo le formalità di rito, visti gli elementi di colpevolezza raccolti e i numerosi precedenti specifici, è stato tratto in arresto per furto aggravato e tradotto presso la Casa Circondariale di Castrovillari per come disposto dal Pubblico Ministero di Turno presso la Procura di Castrovillari.
La refurtiva recuperata è stata riconsegnata alla vittima.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento