Yacoubi (Fsi): “La classe politica ci sta portando sul fondo del burrone”

“La Costituzione viene massacrata. Nel paese chi delinque è alleato a chi governa, chi vive onestamente del proprio lavoro deve abbassare la testa e lavorare ancora di più a causa del timore di essere licenziato mentre per chi ha fatto i soldi facili facendo il delinquente, rubando, imbrogliando e non pagando le tasse, dorme sonni tranquilli”. È il pensiero di Sarah Yacoubi, segretario nazionale Fsi, che critica il sistema politico denunciando le condizioni in cui versa l’Italia.
“Laureati, diplomati, operai specializzati – sostiene – sono costretti a lavorare a 3 euro all’ora. Non c’è pace per i giovani, quasi il 50% di loro non lavora o non ha mai lavorato. Gli esodati (licenziati senza prospettiva di avere più un lavoro), i disoccupati in attesa di riprendere (chissà quando) il lavoro, i cassaintegrati, i lavoratori in nero, non vedono la ‘luce in fondo al tunnel’. La riduzione della democrazia, lo sfascio della Costituzione, l’annullamento del ruolo del partito e l’assunzione del potere assoluto da parte di Cetto II, alleato di Cetto I, complice con Cetto III, in comune accordo con Cetto IV, dà finalmente speranza per il futuro paese? E la sinistra? E la destra? E il M5S?
Mah, la sinistra sarà ancora dentro ai salotti a spiegare agli intellettuali radical chic che il comunismo puro è quello che abbatte il potere capitalistico in tutto il mondo, ma forse no. E la destra spiegherà che non si può governare senza Berlusconi, ma per governare con il M5S? Tutto dipende da Salvini, staccarsi da Berlusconi. Ma il M5S, un movimento a dire poco borderline, schizofrenico comunque, ad oggi, non mi capace di governare questo Bel Paese ma, in effetti, di governare non interessa a nessuno. Udite Udite, per Salvini e Di Maio si può tornare al voto a luglio per non rischiare di perdere voti: populismo allo stato puro. Tanto dell’italiano all’estero – prosegue – non interessa niente a nessuno e, vista la tragica situazione economica, nessuno ha il diritto di andare in ferie. Ogni partito difende i propri interessi, ma se non fa lo stesso con gli interessi del popolo come faranno a governare senza il voto? E gli italiani saranno contenti di tornare al voto? Secondo me gli italiani sono molto arrabbiati per il poco rispetto dimostrato nei confronti del paese e del Presidente della Repubblica. L’unica persona saggia, in questo scenario politico poco corretto, è proprio il presidente della Repubblica che sta solcando tutte le vie democratiche per salvare l’immagine del paese all’estero, malgrado le sfide internazionali che minacciano l’Italia e la sua serenità economica.
È demoralizzante – rileva Yacoubi – assistere al caos di una politica poco responsabile. Siamo di fronte ad una classe politica poco responsabile che ci sta portando sul fondo del burrone, un buco dalle “pareti lisce, dal quale sarà difficile, se non impossibile, tentare la risalita. Forza signori, ora un colpo alla democrazia, ed il gioco sarà fatto.
L’Italia – conclude – ha un solo vero nemico: il politico che pensa che governare l’Italia sia sciocchezza. È ora di mettere da parte il populismo, gli interessi privati e l’odio e lavorare compatti per dare un governo a questo paese. In attesa di un governo neutrale, che Dio ce la mandi buona”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento