Vitalizi, i documenti che svelano la verità: le giustificazioni inventate ed i consiglieri che non hanno votato la Proposta di legge

Ventidue presenti e nove assenti. Dai verbali della “famosa” seduta del 26 maggio 2020 emerge che non tutti i consiglieri regionali hanno votato la proposta di legge (poi cancellata) riguardante le indennità differite (banalmente detti vitalizi) da attribuire anche ai consiglieri regionali la cui elezione venga successivamente annullata.

Dal documento si evince che alla votazione non hanno preso parte Jole Santelli e Domenico Giannetta (Forza Italia), Giuseppe Neri (Fratelli d’Italia), Carlo Guccione, Nicola Irto e Luigi Tassone (Partito democratico), Giuseppe Aieta e Flora Sculco (Democratici Progressisti) e Nicola Paris (Udc).

La Proposta di legge n. 10/XI “Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2019, n. 13. Rideterminazione della misura degli assegni vitalizi diretti, indiretti e di reversibilità e adeguamento alla D.L. n. 174/2012” risulta presentata dai consiglieri regionali Giovanni Arruzzolo, Sinibaldo Esposito, Clotilde Minasi, Pierluigi Caputo, Vito Pitaro, Domenico Bevacqua, Filippo Callipo, Francesco Pitaro, Giuseppe Aieta e Filippo Pietropaolo.

Il nome stesso della Proposta di legge non sembra di difficile comprensione ed il fatto che sia stata firmata da tutti i capigruppo (fatto tutt’altro che usuale) pare andare nella direzione di una sorta di “condivisione delle responsabilità”.

Di seguito, proponiamo il registro delle presenze relativo alla discussione e votazione della PL e alcuni documenti esplicativi (presenti sul sito del Consiglio regionale) dell’iter e del contenuto della stessa. In particolare, dalla relazione illustrativa si capisce senza ombra di dubbio la volontà espressa: si parla infatti espressamente di rimuovere la “penalizzazione” (secondo i proponenti) per i consiglieri regionali che “non hanno portato a termine il mandato”. Alla luce di ciò, paiono di improbabile giustificazione tutte le dichiarazioni rilasciate dopo la bufera.

Contenuti correlati