Vibo, verso l’intitolazione di una via ad Almirante. Ferro: “Guidò nell’esperienza democratica i post-fascisti”

“Sono felice per il voto favorevole in Commissione urbanistica sulla proposta avanzata dal movimento Riva Destra di intitolare una via di Vibo Valentia a Giorgio Almirante, e davvero fatico a comprendere le polemiche sollevate da chi vorrebbe negare il ricordo di un leader politico che ha fatto parte per mezzo secolo delle istituzioni democratiche della Nazione”.

È quanto afferma la coordinatrice provinciale di Fratelli d’Italia di Vibo Valentia, Wanda Ferro, che prosegue: “Giorgio Almirante ha avuto il merito di guidare nelle istituzioni democratiche una comunità politica che proveniva dall’esperienza del Fascismo, che ha sempre rifiutato il razzismo e si è sempre battuta per la difesa dell’identità nazionale e per la libertà. D’altro canto il valore di Giorgio Almirante fu sempre riconosciuto dai suoi avversari politici: è noto il suo rapporto di stima con Enrico Berlinguer o con uno storico dirigente come Gian Carlo Pajetta, che con Nilde Jotti il 22 maggio del 1988 si recò nella sede del Msi per rendere omaggio al feretro del leader missino. Parliamo di altra storia e di altri politici, capaci di rispettare il valore dell’avversario senza insultarlo o demonizzarlo, contrariamente ai loro epigoni. Grazie all’impegno di Fratelli d’Italia, che ha portato in aula la proposta – conclude Ferro – Vibo Valentia ricorderà un grande patriota, che ha lasciato non ad una parte politica ma all’intera Nazione una testimonianza dei valori di onestà, coraggio, libertà e coerenza”.

Contenuti correlati