Vibo. Nicholas Green, a 25 anni dalla morte il ricordo della scuola a lui intitolata

La scuola paritaria vibonese dell’infanzia intitolata a Nicholas Green ricorderà domani il tragico incidente accorso al bambino statunitense 25 anni fa.

Era il 29 settembre del 1994 quando un proiettile colpì il piccolo alla testa mentre era in viaggio insieme alla sua famiglia, nei pressi dello svincolo autostradale delle Serre sulla A3. Il decesso avvenne il 1 ottobre al policlinico di Messina. “In quei stessi giorni mia madre iniziava il percorso educativo e didattico che ci ha permesso di crescere e di diventare una importante realtà scolastica a Vibo Valentia. A 25 anni dalla morte di Nicholas Green la nostra scuola lo ricorderà e ne omaggerà la memoria per il grande gesto di altruismo che la sua famiglia ha compiuto decidendo di donare gli organi, nonostante il dolore”, con queste parole la direttrice della scuola Enza Cirianni ha presentato l’iniziativa che si terrà domani sabato 28 settembre presso la struttura sita nella centralissima via Murmura a Vibo Valentia. “Intitolare la scuola a Nicholas Green – ha aggiunto – ha voluto per noi sottolineare non solo la nostra vicinanza affettiva alla famiglia, con la quale negli anni abbiamo mantenuto una educata corrispondenza, ma anche il punto focale sul quale tutta la nostra attività scolastica si fonda. Principi come la famiglia e l’altruismo, che troppo spesso vengono sottovalutati, sono l’impronta che con coscienza e affetto cerchiamo di lasciare ad ognuno dei nostri piccoli alunni, da 25 anni a questa parte”. La famiglia Green, che a giorni tornerà in Italia, ai tempi fece scalpore per la scelta di donare gli organi del figlio, prassi non molto comune. Con quel gesto di estrema solidarietà vennero salvate sette vite.

Contenuti correlati