Vibo, Luciano traccia la strada: “Niente simboli sovranisti, ma ora chiudiamo le liste”

“In ordine alle importanti aperture ed esplicite sollecitazioni provenienti dai dirigenti del Partito Democratico di Vibo Valentia e dal commissario regionale, ritenendo opportuno a questo punto sgombrare definitivamente il campo da ogni incertezza e richiedendo la fase politica attuale l‘assunzione di determinazioni chiare e lineari, esprimo pubblicamente la mia condivisione della linea politica espressa dal Pd ribadendo che il campo delle forze civiche che costituirà, insieme allo stesso Pd, il perimetro della coalizione è formato da forze moderate e progressiste prive di simboli di partito sovranisti”.

È direttamente il candidato a sindaco Stefano Luciano ad indicare la via che sarà intrapresa in vista delle elezioni comunali, precisando la sua posizione. “Ritengo dunque – spiega – facendomi garante di questa posizione e sciogliendo il nodo che mi è stato anche pubblicamente posto, definitivamente archiviata ogni discussione politica in merito, ed auspico pertanto che, in conformità ai deliberati provenienti dagli organi del Pd, si possa procedere speditamente verso la chiusura delle liste e la definizione dei punti programmatici da sottoporre agli elettori”.

Contenuti correlati