Vibo, le nuove frontiere del Pentathlon Moderno

*di Francesco Castagna – Il Pentathlon Moderno è il nuovo sport che si è affacciato in questo 2019 sul panorama sportivo del vibonese. Si è infatti da pochi giorni conclusa in Calabria la stagione sportiva con il 1° Trofeo di Natale. La manifestazione ha avuto luogo, domenica 22 dicembre a Vibo Marina, presso le due strutture sportive presenti in zona: il palazzetto dello sport e la piscina comunale.

Quest’ultima struttura, gestita da Daniele Murdà presidente della Asd Penta Vibo, è sede, fin dalla sua inaugurazione avvenuta nel 2017, di diverse competizioni e quest’anno grazie al gemellaggio con l’adiacente palazzetto sportivo ha ulteriormente allargato la propria gamma di attività sportive. Gli atleti presenti alle gare, che per quanto riguarda il Pentathlon Moderno sono tesserati con la società sportiva Shanti 1985, si sono infatti confrontati in un clima agonistico ma gioioso conclusosi, come da tradizione, con un bel brindisi finale. La gara ha quindi visto gli atleti confrontarsi nelle specialità della corsa e del nuoto e la somma dei punti conquistati nelle due discipline ha infine determinato il vincitore del torneo. I giudici che hanno condotto la gara sono stati: Antonio Facciolo, Elisabetta Carioti, Caterina Messina, Francesco Belsito, Francesco Sorbara ed Alessio Licci mentre direttore di gara è stato Renato Facciolo. Presente all’evento un arbitro di caratura mondiale come Andrea Dell’Amore di Roma che, con la sua esperienza ed i suoi consigli, è stato determinante per la perfetta conduzione della competizione. Ultima sorpresa: dopo la premiazione il maestro Dell’Amore ha spiegato il funzionamento della pistola laser, con la quale ci si cimenta anche nelle gare di Pentathlon moderno; cosicché, una volta appresa la lezione, gli atleti a turno si sono cimentati al poligono, scoprendosi anche ottimi tiratori. Finito il turno dei giovani atleti, a provare l’ebbrezza della pistola laser sono stati i genitori i quali si sono sfidati, in un clima di festa, insieme agli arbitri. Natale dunque, tutto all’insegna della festa e del clima natalizio con l’auspicio di un 2020 che sarà ancora ricco di serenità.

Contenuti correlati