Vibo, i 5Stelle rivendicano la presidenza della Commissione Controllo e Garanzia

I pentastellati eletti in Consiglio comunale si apprestano a presentare le loro proposte

“Finalmente le Commissioni consiliari – esultano Domenico e Luisa Santoro, rispettivamente capogruppo e consigliere comunale del Movimento 5 Stelle in seno al Consiglio comunale di Vibo Valentia – sono state convocate per la mattina di lunedì 8 luglio.

Riteniamo che questo passaggio sia importantissimo, poiché estremamente delicato ed indicativo della trasparenza ed operatività di questa Amministrazione. Per come detto in campagna elettorale, il M5S si appresta a fare, prima di tutto, una battaglia per l’economicità del funzionamento delle Commissioni consiliari, che nel passato hanno rappresentato il vero stipendio mensile dei consiglieri. Nelle Commissioni, così come in Consiglio Comunale, il M5S presenterà le sue prime proposte, semplici ed operative: Acqua, il distacco progressivo dall’Alaco, ma per l’immediato proporremo di istituire le ‘Casette dell’acqua’ nelle piazze e sistemare le cartelle ‘pazze’ dei tributi anche al fine di scovare gli abusivi; Partecipazione cittadina, ovvero le assemblee dei cittadini da utilizzare in forma estesa su tutti i progetti edili di urbanistica e di Bilancio; Web, le informazioni comunali e della politica sul sito Web, anche i resoconti delle stesse Commissioni, e tutte le informazioni che possano far apparire il Comune una casa di vetro; Costi della politica, il dimezzamento dei costi della politica comunale; Commissione di Controllo e Garanzia. “A nome del M5S – insiste Domeico Santoro – riconfermo la proposta di nominare la nostra consigliera alla presidenza della Commissione di Controllo e Garanzia che, solitamente, viene presieduta dalla minoranza. Sarebbe gravissimo se, ancora una volta, la maggioranza votasse attivamente per scegliere il rappresentante della minoranza che debba presiederla. Significa che le parole dette in campagna elettorale, e poi in Consiglio Comunale, in merito a trasparenza, garanzia e buon rapporto con le minoranze, sono solo una farsa politica, ma che la sostanza è uguale al vecchio Consiglio ‘Costa’ che cercava di gestire sia la maggioranza che la minoranza. Per quanto riguarda tutte le altre problematiche, sia pur importanti, riteniamo che l’Amministrazione in carica cioè la ‘Giunta della speranza’ debba avere il tempo per affrontarle. Noi saremo portavoce dei cittadini che ci possono segnalare le criticità anche al nostro nuovo indirizzo email: vibom5sconsiglieri@gmail.com”. “Immediatamente, occorre mettere in evidenza – sostengono gli esponenti pentastellati – l’inizio della pulizia e spazzamento della città. Diamo atto allo sforzo fatto sia dall’Amministrazione che dalla ditta incaricata, di cui ignoriamo il programma relativo ai singoli quartieri, ma a tutt’oggi molti di questi quartieri non hanno raggiunto lo standard minimo di pulizia, fra cui le Marinate che si apprestano ad affrontare la stagione estiva non con la qualità espressa dallo stesso primo Consiglio Comunale (decoro urbano)”. “Crediamo che almeno l’appoggio amministrativo, con uomini e mezzi, ed alcune iniziative spontanee di cittadini, così come fatto in passato dal M5S con il Meetup VibonesiinMovimento, come ad esempio il Retake, Percorsi Puliti e WWF di Vibo, possano portare – concludono Domenico e Luisa Santoro – sia al raggiungimento dell’obiettivo per singoli quartieri e sia per instaurare una cultura del ‘decoro’ nella città”

Contenuti correlati