Viabilità vibonese, Marco Martino: “Servono soldi, non passerelle politiche”

L’affondo: “La venuta di ben due ministri non ha ancora portato nessun risultato”

“Non ci servono passerelle politiche ma opere e finanziamenti”. Così il sindaco di Capistrano, Marco Martino, commentando lo stato disastroso della viabilità vibonese. “La venuta di ben due ministri in pochi mesi sul nostro territorio – ha argomentato – e mi riferisco a Lezzi e Toninelli, non ha inciso in alcun modo sulle condizioni delle nostre strade”.

“Particolarmente drammatica – ha spiegato Martino – è la situazione della ex statale 110, sulla quale, a nome dei sindaci dell’intero comprensorio, ho avviato una interlocuzione con Anas, società che ha riassunto la gestione della Provinciale. Entro tre settimane dovrebbero partire i primi lavori di ripristino della carreggiata, nei pressi del lago Angitola. Più grave è, com’è noto, la situazione a monte, con un lungo fronte franoso che ha cancellato tutta l’arteria nei pressi di San Nicola da Crissa”. “Preoccupazione” da parte del sindaco di Capistrano anche nei confronti di un’altra strada provinciale, la San Nicola-Filogaso “in procinto di crollare in più punti”. “Al Governo chiediamo, quindi, non parole ma concretezza, risorse economiche per rimettere mano all’intera rete viaria vibonese” l’appello di Marco Martino. Capitolo a parte, la Trasversale delle Serre. Sul punto, Martino ha evidenziato “l’ottimo lavoro del Comitato, grazie al cui impegno civico costante continuano ancora ad arrivare importanti risultati”. Resta, però, irrisolto il nodo dei finanziamenti e della prosecuzione della superstrada tra Vallelonga e Vazzano. “Noi sindaci lotteremo al fianco dei cittadini – ha sottolineato Marco Martino – per chiedere a gran voce la conferma dell’intero progetto, senza soluzioni rabberciate”. Tra le ulteriori proposte del sindaco di Capistrano “una possibile variante della Trasversale, una sorta di bretella che vada a servire anche la zona dell’Angitolano, viste le attuali condizioni di totale inagibilità delle suddette provinciali”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento