Viabilità, “un’unica voce” per “spezzare l’isolamento”. Ma continua la polemica fra Comitato e politica

“Una sola voce”, forte e chiara, per far sentire i bisogni di un territorio che non ce la fa più e che non è disposto a sopportare ulteriormente lo stato di “abbandono” ed “isolamento” in cui versa. La manifestazione promossa dal Comitato “Trasversale delle Serre” nella cittadina della Certosa si è tradotta in una “festa” (partecipazione buona, ma non trascendentale) in cui ognuno ha fatto la sua parte, anche nell’ambito della vivace dialettica sviluppatasi. Il dibattito radiofonico in piazza Azaria Tedeschi è stato preceduto da una (improvvisata) riunione organizzativa in Comune con l’apporto dei rappresentanti del Comitato (soprattutto Francesco Pungitore e Fioravante Schiavello), di numerosi sindaci del Vibonese e del Catanzarese, dei parlamentari Dalila Nesci, Paolo Parentela e Bruno Censore. Nel mentre, lo spettacolare scenario del centro storico è stato animato da musica, intrattenimento per bambini e proposte commerciali grazie all’impegno di Pro loco, associazione Cartusia e RS98. Il sindaco di Serra Luigi Tassone ha rilevato i passi in avanti compiuti riguardo alla Vazzano-Vallelonga, alla stessa Trasversale ed allo sblocco dell’ex SS 110, sottolineando la rilevanza delle interlocuzioni e dei sopralluoghi posti in essere insieme ai suoi omologhi. Pungitore e Schiavello hanno spiegato la necessità di tenere “alta l’attenzione” evitando di “accontentarsi di piccoli interventi”, con il primo che ha invitato ad “agire insieme per gli interessi collettivi” ed il secondo, visibilmente insoddisfatto per quanto ascoltato, che ha chiesto “più dignità” per il territorio ed ha esortato tutti a proseguire nella “battaglia di civiltà” avviata. Nesci ha affermato che “è giusto sollecitare la politica” ribadendo “la disponibilità ad essere la voce del territorio”. “I ritardi vanno colmati e le responsabilità additate” ha sostenuto invece Bruno Censore che ha snocciolato le cifre dei finanziamenti intercettati con la sua attività politico-istituzionale. Il deputato del Pd ha mostrato apprezzamento per “le manifestazioni dalla larga partecipazione che non siano mero populismo” e proposto la predisposizione di “un documento da inviare a Provincia, Regione ed Anas” per provvedere alla “manutenzione dei tratti della Trasversale di competenza provinciale”. Elogiata l’operatività dei sindaci, Censore ha poi puntualizzato che “il Comitato sprona la politica, ma i soldi li mette la politica”. Questa dichiarazione è stata oggetto di polemica poichè il leader di “Liberamente” Alfredo Barillari, a margine del suo intervento a sostegno dell’iniziativa in cui ha peraltro annunciato una raccolta firme per operare il ritorno con la Provincia di Catanzaro, ha ribattuto che “i soldi li utilizza la politica ma li mettono i cittadini”.

Contenuti correlati

1 Commento

Lascia un commento