Viabilità nelle Serre, primi segnali di luce. Comitato “Indignati speciali: “Costruttivo l’incontro in Prefettura”

Si aprono finalmente piccoli spiragli di luce in merito alla situazione della viabilità nelle zone interne del Vibonese.

Dalla riunione promossa dal prefetto Francesco Zito – a cui hanno preso parte il presidente ed il vicepresidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano e Domenico Anello; i sindaci di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace Francesco Fazio, Francesco Angilletta e Antonio Demasi; il commissario del Parco delle Serre Giuseppe Pellegrino, rappresentanti della Regione, di Calabria Verde, del Consorzio di bonifica e di Anas; gli esponenti del Comitato “Indignati speciali” – emergono infatti “aspetti positivi” ed un “clima costruttivo”. Secondo i componenti del Comitato “Indignati speciali”, grazie all’invito del prefetto ad una maggiore “concretezza”, si è giunti ad impegni “concreti”. In particolare, per come riferito dagli stessi esponenti della compagine civica, la Regione “si è detta disponibile, anche se non competente, ad intervenire con fondi propri su richiesta della Provincia”. I vertici dell’Ente di Area vasta hanno invece sottolineato che, “nella precedente programmazione, il primo intervento era previsto per il 2023”, mentre adesso ci sarebbe una maggiore propensione all’azione. La Provincia ha concordato, nello specifico, con il Parco delle Serre, lo storno da parte dell’Ente di tutela ambientale di fondi destinati alla realizzazione della ciclovia da adibire ad interventi sull’ex strada 501, segnatamente nel tratto che va da Ninfo a Croceferrata. Lavori che, per motivi di efficacia, dovrebbero avere luogo in primavera. Dunque, stavolta il Comitato “Indignati speciali” rientra a Fabrizia con delle rassicurazione che potrebbero rappresentare un punto di partenza per garantire la percorribilità delle strade in sicurezza ed in tempi ragionevoli.

Contenuti correlati