Viabilità, i sindaci delle Serre annunciano: “Strade torneranno fruibili, è vittoria delle Istituzioni”

La conferenza stampa dei sindaci delle Serre

“Non facciamo passerelle, lavoriamo per il territorio e produciamo risultati reali”. Il sindaco di Serra San Bruno Luigi Tassone si pone, di fatto, come punto di riferimento istituzionale per il comprensorio al fine di affrontare la difficile condizione in cui versa la viabilità e illustra i passi compiuti nelle ultime settimane e culminate con il decreto del competente dipartimento regionale n. 5193 del 18 maggio che stanzia 120.000 euro per il tratto della SP 53 che va da Vallelonga a Vazzano. Nella conferenza stampa appositamente convocata (presenti alcuni rappresentanti della Pro loco), il primo cittadino sottolinea “la sinergia fra sindaci, Provincia e Regione”, riepiloga le parti salienti di “un lavoro portato avanti con serietà” ed esplicatosi attraverso le interlocuzioni con la Regione ed i sopralluoghi, eseguiti unitamente ad i suoi omologhi dell’area montana del Vibonese, sulle arterie soggette ad interruzioni. Salutato con soddisfazione l’annuncio del deputato Bruno Censore concernente “lo sblocco dell’ex SS 100 ed i temporanei accorgimenti che accompagneranno l’apertura al traffico”, Tassone conferma “l’attenzione affinché tutte le operazioni si concretizzino nell’immediato” e ribadisce che “non c’è nessuna necessità di mettersi in mostra, ma è giusto che i risultati vengano esposti”. “Non ci accontentiamo – sostiene il capo dell’amministrazione serrese – e proseguiamo nel nostro lavoro. A breve arriverà lo stanziamento di una somma compresa fra gli 800.000 e i 900.000 euro per l’ex SS 110 e anche per questo ringrazio il presidente Mario Oliverio. Si tratta di una vittoria delle Istituzioni”. Sulla stessa linea c’è il sindaco di Pizzoni e consigliere provinciale Tiziana De Nardo che evidenzia “le risposte ottenute con atti tangibili”. Il primo cittadino di Vazzano Domenico Villì loda Tassone che “ha preso l’iniziativa per riunire i sindaci e condurre una battaglia comune” rilevando che “gli interventi sono improrogabili vista la situazione di isolamento determinata dalla chiusura di 5 strade provinciali”. “Il presidente Oliverio – spiega Villì – si è assunto responsabilità non sue poiché la competenza sarebbe provinciale. Tuttavia, quella raggiunta non è una soluzione definitiva: occorre accendere i fari sul completamento della Trasversale delle Serre, che è un’arteria indispensabile per lo sviluppo. La politica – aggiunge – che nella nostra zona si sta svecchiando, ha fatto bene, ora aspettiamo la parte tecnica”. Il sindaco di Brognaturo Pino Iennarella puntualizza “l’importanza dell’unione dei comuni, che quando agiscono insieme raggiungono gli obiettivi”. Le azioni congiunte degli amministratori vanno, in sostanza, nella direzione di rendere nuovamente fruibile un apparato viario che, allo stato, oltre a costituire un serio pericolo per chi tenta di utilizzarlo, non consente la crescita sociale, culturale ed economica di un fazzoletto di terra che, pur essendo dotato di risorse uniche, non riesce ad esprimere le sue potenzialità.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento