Vertenza operai forestali del Vibonese: mancano i rappresentanti della Regione, riunione inutile in Prefettura

Stamattina l'incontro in Prefettura

Questa mattina, l’incontro previsto in Prefettura, in merito alla vertenza degli operai forestali impiegati dal Consorzio di Bonifica “Tirreno-Vibonese” non ha portato ad alcun risultato.

Al tavolo, infatti, oltre ai sindacati Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil, ed all’Ente di bonifica, mancavano i rappresentanti della Regione Calabria. “Ciò ha determinato l’impossibilità – spiegano le rappresentanza sindacali – di fare chiarezza sui dati e le somme necessarie, che hanno, di fatto, generato la mancata corresponsione della mensilità di dicembre 2018, e per cui l’ente di bonifica, l’unico in tutta la Calabria a non aver saldato gli ultimi salari, non è riuscito a dare alcuna rassicurazione. Come sindacati di categoria, vogliamo capire dove sta l’errore, e soprattutto capire dove siano i soldi che la Regione dice di aver inviato e continuiamo a rivendicare il pagamento degli arretrati che spettano ai lavoratori”. Se a breve non dovesse risolversi la questione, non si dovessero individuare le responsabilità e soprattutto le somme necessarie per procedere nei pagamenti ai lavoratori, saremo pronti – è l’annuncio dei sindacati – a mettere in atto tutte le azioni necessarie, valutando anche la possibilità di una mobilitazione generale dei lavoratori”.

Contenuti correlati