Vaccini, “Uniti per Serra” vuole chiarezza: “Troppe dosi a chi non ha priorità, mentre ci sono ultraottantenni che devono aspettare”

“È certamente importante avere un centro vaccinale a Serra, ma è anche necessario fare chiarezza su alcuni aspetti per evitare che l’ordine di priorità venga ingiustamente invertito”.

Il gruppo “Uniti per Serra” riscontra “diverse criticità” nelle vaccinazioni che vengono effettuate nella struttura polisportiva di via San Brunone di Colonia ed invita “i rappresentanti istituzionali competenti a fornire informazioni puntuali”.

“Chiediamo al commissario dell’Asp di Vibo Valentia – sostengono i componenti della minoranza – di comunicare quante persone (ed in quale percentuale) che hanno ricevuto la dose del vaccino sono state classificate sotto la voce ‘altro’. Lo vogliamo sapere noi e lo vuole sapere la cittadinanza. Sono diverse infatti le segnalazioni che ci giungono da persone che hanno più di 80 anni o che sono appartenenti alle ‘categorie fragili’ che non sono state messe nelle condizioni di vaccinarsi, mentre altre persone, senza apparente motivazione, hanno avuto questa opportunità. Non sta in piedi la giustificazione secondo cui, per evitare di perdere dosi, si è fatto ricorso a persone ‘fuori lista’, perché potevano benissimo essere contattati anziani anziché giovani che, di fatto, sono stati privilegiati”.

Il gruppo di opposizione chiede inoltre al sindaco di predisporre “una migliore organizzazione delle fasi precedenti e seguenti la vaccinazione poiché diversi anziani sono stati costretti ad aspettare per diverso tempo. Poteva essere predisposto un servizio navetta – proseguono gli esponenti di ‘Uniti per Serra’ – ma nella giornata di sabato abbiamo osservato momenti caotici e azioni che esulano dalle competenze di chi impropriamente si è autoinserito nelle fasi operative. Ben venga il contributo spontaneo, purché sia effettuato nella massima correttezza e senza secondi fini”.

“Il nostro auspicio – concludono – è che nei prossimi giorni tutte le azioni vengano compiute in maniera più trasparente”.

Contenuti correlati