Un 15enne è morto in un incidente stradale: arrestato il conducente dell’auto

Il 28enne dovrà ora rispondere del reato di omicidio stradale aggravato e omissione di soccorso

Devastante tragedia poco prima delle 14 del pomeriggio di oggi, domenica, a Casignana, in provincia di Reggio Calabria. Un ragazzo di 15 anni, Alessandro Luppino, che viveva a Bianco, è morto nello scontro tra un’auto ed un ciclomotore. La disgrazia è accaduta all’altezza di contrada Palazzi, al km 82,300 della Strada Statale 106 Jonica. Inutile l’immediato sopraggiungere dei soccorsi, allertati dai passanti, e delle forze dell’ordine. L’area dell’incidente è stata raggiunta anche da personale Anas che si sta occupando di gestire il traffico nella zona in attesa che esso possa essere ripristinato.

Nel frattempo i Carabinieri delle Compagnie di Bianco e Locri hanno arrestato, per omissione di soccorso e omicidio stradale aggravato, un 28enne di San Luca. Il giovane, inizialmente datosi alla fuga, è stato sin da subito attivamente ricercato dai Carabinieri del Gruppo di Locri, mentre una Volante della Polizia Stradale si è occupata dei rilievi del sinistro. Dopo qualche ora, il conducente, accompagnato dal suo legale, si è consegnato spontaneamente presso la caserma dei Carabinieri di Locri, dove è stato interrogato dal Pubblico Ministero della Procura di Locri. Il ragazzo, al termine dell’interrogatorio, è stato arrestato. Dovrà ora rispondere del reato di omicidio stradale aggravato e omissione di soccorso.
L’incidente odierno è solo l’ultimo di una lunga serie sulla SS 106, che si conferma vera e propria “strada della morte”.

Contenuti correlati