Turismo nelle Serre, la Pro loco cala l’asso: ecco la IV edizione della Festa del fungo

Creare un momento di visibilità e di sviluppo per un territorio ricco di risorse da valorizzare. È l’obiettivo della Festa del fungo, giunta alla IV edizione, il cui programma è stata presentato nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chimirri. Ad illustrare i dettagli dell’evento è stato il vicepresidente della Pro loco Raffaele Andrea Pisani che si è soffermato “sull’aspetto turistico” della manifestazione, che “è rivolta ai serresi, ma che attrae numerosi visitatori”. Affermazione quest’ultima confermata dalla prenotazioni effettuate anche dalla Puglia e dalla Sicilia. “Otto ristoranti – ha affermato Pisani, che ha riepilogato i diversi momenti della Festa (escursione micologica, catalogazione dei funghi, mostra, convegno, esposizione degli stand gastronomici ed esibizione del complesso bandistico) – offriranno, previo acquisto del ticket, un menù al prezzo promozionale di 15 euro. Voglio sottolineare la vicinanza dall’Amministrazione comunale ed il sostegno del Parco delle Serre per la buona riuscita dell’iniziativa e preciso che, in caso di condizioni meteorologiche avverse, gli stand saranno trasferiti nell’impianto polisportivo di via San Brunone di Colonia”. “Stiamo già riscontrando – ha detto con orgoglio il sindaco Luigi Tassone – i risultati di quello che ormai è un appuntamento fisso: molti alberghi serresi sono già al completo e la nostra cittadina, dopo una stagione estiva di successo, dimostra ancora una volta di essere attrattiva. Ciò vuol dire che tutti siamo sulla strada giusta: il Parco delle Serre che sta facendo uno sforzo notevole, la Pro loco che ha sempre svolto un nobile compito, gli imprenditori pronti ed attivi. Forse, in passato, il Comune ha creduto, sbagliando, di essere autosufficiente. Oggi – ha aggiunto – si crea una rete e si fa sinergia”. Simili i concetti espressi dal commissario del Parco delle Serre Mimmo Sodaro: “bisogna cogliere tutte le occasioni – ha asserito – per ‘vendere’ il territorio e noi dobbiamo fare un lavoro di squadra per rendere protagonista quest’area. Posso annunciare – ha concluso – che stiamo esaminando un protocollo d’intesa da sottoscrivere con la Pro loco nel quale, fra l’altro, è previsto che questa associazione adotti un sentiero”.

(Clicca per ingrandire)

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento