Trovato cadavere 36enne scomparso il 2 novembre

Sarà l'esame autoptico a stabilire cosa abbia causato il decesso del 36enne

Familiari e persone amiche lo hanno cercato dal giorno della scomparsa, lo scorso 2 novembre.

Oggi lo hanno ritrovato senza vita. Di Marco Aidala, 36 anni, che viveva a Stalettì, in provincia di Catanzaro, si erano perse le tracce in Sila, attorno al Lago Ampollino ed è sull’acqua che il suo corpo è stato notato mentre galleggiava a diverse centinaia di metri dalla sponda. A quel punto è stato richiesto l’intervento di Carabinieri e Vigili del Fuoco che si sono occupati di recuperare il cadavere. Sarà ora l’esame autoptico a stabilire cosa abbia causato il decesso del 36enne, noto per la sua passione per la pesca. Diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento