Tropea, Macrì esorta i cittadini a rispettare le regole sui rifiuti e a segnalare “comportamenti illeciti”

“Purtroppo sono costretto a rilevare ancora una volta come molti nostri concittadini dimostrino grande insofferenza verso le indicazioni fornite dall’Amministrazione comunale in materia di conferimento dei rifiuti”. Lo scrive il sindaco di Tropea Giovanni Macrì che rileva come “questo mancato rispetto di regole elementari, oltre a riflettersi negativamente sul decoro urbano di una città che – a dispetto del Coronavirus – continuerà a vivere di turismo, si ripercuoterà nell’immediato ed in modo significativo sulla tariffa che ogni cittadino dovrà pagare atteso che il costo di smaltimento dei rifiuti indifferenziati, già salito alle stelle, è destinato a crescere in modo esponenziale per i comuni che non si attestano ad almeno il 65% di raccolta differenziata”.

Macrì ripercorre il lavoro compiuto e spiega che “i passi in avanti fatti dalla nostra città sono tangibili (siamo passati dal 34% di differenziata a quasi il 50%, e la città è molto più pulita ed ordinata) tuttavia, la strada da percorrere è ancora molto lunga”.
Per questo motivo “è necessario che ognuno di noi, nell’interesse della nostra comunità e della nostra economia e, ancor prima, dell’ambiente e della salute pubblica e dei nostri figli, faccia da subito la propria parte tenendo comportamenti rispettosi delle regole e del nostro posto e pretendendo che anche gli altri facciano altrettanto.
Dunque, a titolo esemplificativo e non esaustivo:
1) Facciamo realmente la raccolta differenziata senza mettere, per esempio, nella busta della plastica o della carta rifiuti organici o indifferenziati;
2) Conferiamo i rifiuti rispettando il calendario;
3) Non depositiamo rifiuti domestici nei cestini stradali o lasciandoli in ogni dove;
4) Non gettiamo cartacce e cicche di sigaretta per strada;
5) Raccogliamo le deiezioni dei nostri amici a quattro zampe”.
Il sindaco chiede “la massima collaborazione” ed esorta i cittadini a diventare “sentinelle della nostra città pretendendo da tutti rispetto per in nostro posto e segnalando all’Amministrazione (anche in forma anonima) comportamenti illeciti ed irrispettosi dell’ambiente.
Presto – aggiunge – arriveranno anche stringenti controlli da parte del Comune e pesanti sanzioni che si vorrebbero evitare. Non è molto quello che vi viene chiesto ma è veramente importante soprattutto in questo difficilissimo momento che richiederà uno sforzo corale in vista di una ripartenza del mercato del turismo che dobbiamo aggredire con la nostra grande bellezza”.

Contenuti correlati