Trasversale. Tassone reagisce a viso aperto: “Offeso da un Comitato politico che ormai si è spaccato”

«Sin dal giorno del mio insediamento – e cioè da quando sono stato investito da un mandato popolare – ho sempre portato avanti delle battaglie a favore del territorio e sono stato sempre impegnato per la gente, senza sottrarmi a quelli che sono i miei doveri da sindaco». Non si è di certo fatta attendere la replica del Primo Cittadino di Serra San Bruno, Luigi Tassone, rispetto alle ultime esternazioni del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”. «Da parte mia – prosegue Tassone – l’impegno nei confronti della Trasversale delle Serre è costante e da due anni sto seguendo puntualmente l’evolversi della vicenda con la serietà che mi ha sempre contraddistinto. Per quel che riguarda nello specifico il tratto che collega Monte Cucco a Vazzano, con la mia protesta ho voluto semplicemente chiedere all’Anas, con certezza e senza ulteriori rinvii, l’inizio dei cantieri, visto che i lavori sono già stati aggiudicati e gli stessi dovevano già partire lo scorso mese di aprile. È un mio dovere – prosegue il sindaco di Serra San Bruno – conoscere lo stato dei lavori relativi alla Trasversale, un’opera importantissima per lo sviluppo del territorio, la cui evoluzione purtroppo sta registrando ritardi annosi e che non si possono più tollerare. Di conseguenza, apprendo con stupore della nota polemica e a tratti anche offensiva di chi, fino a qualche giorno addietro, si professava come componente di un comitato civico e tutti sanno che, invece, si tratta di un sodalizio che ha degli scopi politici ben precisi. Per carità, non c’è nulla di male a fare politica, ma non bisogna nascondersi dietro ad un finto civismo. Ognuno è libero di dire la propria e di esprimere il proprio pensiero. Allo stesso tempo però bisognerebbe avere la serietà di portare avanti una linea precisa, non che prima si chiede il commissariamento dell’Anas, con la quale era ‘inutile alcun dialogo’, e poi si fanno ‘visite di cortesia’. La verità è che il comitato è stato smascherato e al suo interno, ormai, è nota anche una certa frattura, viste le dichiarazioni separate di alcuni componenti. I cittadini hanno capito che, alla fine, si tratta di un comitato politico. Se vogliono fare campagna elettorale che la facciano apertamente, senza nascondersi dietro a un dito e passare da comitato civico a difensore d’ufficio di qualche neo eletto alle ultime elezioni politiche».
Tassone ha poi ribadito tutto il suo «impegno» per la Trasversale, che andrà avanti in modo «serio. Sono abituato a condurre le mie battaglie a viso aperto, dicendo le cose come stanno, senza stravolgere il modo di dialogare e il modus operandi nei confronti dell’Anas. Il mio invito nei confronti dei componenti del Comitato – conclude il sindaco di Serra – è quello di smetterla di predicare e, al contrario, di mettersi seriamente in campo in difesa della Trasversale se davvero hanno a cuore le sorti del territorio».

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento