Trasversale delle Serre, il Comitato aggiorna sulle novità comunicate dall’Anas

"Proprio in questo frangente di particolare difficoltà si avverte maggiormente la necessità di avere una infrastruttura che riduca sensibilmente lo stato di isolamento"

Il presidente del Comitato Trasversale delle Serre - 50 anni di sviluppo negato”, Fioravante Schiavello

“Potrebbe sembrare inopportuno – premette Fioravante Schiavello, presidente del Comitato ‘Trasversale delle Serre 50 anni di sviluppo negato’ – affrontare in questo momento la questione riguardante la possibile evoluzione dei lavori della Trasversale delle Serre e del suo affannoso completamento.

Altri sono i problemi che attanagliano tutti noi, nessuno escluso, che speriamo ben presto possano risolversi per il meglio. Però è proprio in questo frangente di particolare difficoltà che si avverte maggiormente ed in modo impellente la necessità di avere una infrastruttura che riduca sensibilmente lo stato di isolamento in cui versa da sempre il nostro territorio”. “Non possiamo fare a meno quindi di aggiornare sulle novità che l’Anas – annuncia il rappresentante del Comitato – ci ha comunicato questa mattina, per le quali dobbiamo ringraziare l’ingegnere Canalella che, sembra, abbia preso a cuore il problema Trasversale. Lo stesso ci ha informati che è appena stata siglata la convenzione da parte del MIT (Ministero Infrastrutture e Trasporti) sul tratto che interessa il superamento del colle dello Scornari. Alla nostra domanda di quale sarà il successivo passo, l’ingegnere ha risposto che la convezione dovrà essere firmata dall’Amministratore Delegato di Anas, al quale la stessa è già stata trasmessa e, successivamente, ci dovrebbe essere il completamento della progettazione definitiva e, quindi, l’appalto dei lavori. Abbiamo chiesto infine di sapere quali sono i tempi tecnici per l’apertura dei cantieri e l’inizio dei lavori stessi, ci è stato risposto che, molto probabilmente, dovrebbero concludersi entro l’anno. A questo punto, nonostante la crisi coronavirus in atto, chiediamo a tutti i politici regionali e nazionali, di qualsiasi partito o schieramento, di attivarsi affinché vengano accorciati i tempi burocratici sopra menzionati per arrivare al più presto all’inizio dei lavori. Finita l’emergenza Covid-19, questa terra ne uscirà distrutta non solo a livello sanitario, ma anche per una economia che, già debole di suo, dovrà fare i conti con la crisi di decine di aziende medie e piccole di questo territorio. Il bisogno di lavoro, quindi, sarà avvertito dalla popolazione ancora più drammaticamente e l’avvio di un cantiere per la realizzazione di un tratto importante è strategico della Trasversale delle Serre potrebbe costituire una buona opportunità di lavoro. Come sempre il Comitato vigilerà sul rispetto delle tempistiche comunicate da Anas, cercando di stimolare l’interesse di politici, istituzioni e cittadini”. “Infine – è la raccomandazione finale di Schiavello – anche noi invitiamo tutti a non uscire di casa perché sembra il rimedio più sicuro per contenere il contagio di questo maledetto virus”.

Contenuti correlati