Trasversale delle Serre: il Comitato presenta il suo programma “elettorale”

Confermando quanto già anticipato nei giorni scorsi dal presidente, Francesco Pungitore, il Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” annuncia una serie di incontri “politici” con tutte le forze in lizza alle prossime elezioni del 4 marzo. “In attesa che si definiscano ufficialmente le candidature – spiega una nota del sodalizio – presenteremo a tutti partiti il nostro programma, con le priorità che riteniamo ineludibili per l’area mediana della Calabria”. In primo piano, ovviamente, c’è “la realizzazione della Trasversale delle Serre nella sua interezza”. Ma per arrivare a questo obiettivo, il Comitato fissa dei punti propedeutici. A partire “dal commissariamento del compartimento regionale della Calabria di Anas”. Un tema forte, sul quale gli attivisti insistono da mesi, anche attraverso una raccolta firme ancora in corso. “Sui temi delle infrastrutture e della viabilità bisogna rompere definitivamente con il passato” è il messaggio che lancia il Comitato, ricordando “i cinquant’anni che pesano come un macigno sulla storia delle incompiute calabresi, tra cui spicca, inevitabilmente, la Trasversale delle Serre”. Dunque, solo con i partiti che accetteranno la strada del commissariamento di Anas, il Comitato passerà al secondo livello di discussione, quello più alto: lo sviluppo delle aree interne, tra le province di Catanzaro e Vibo Valentia. “La Trasversale delle Serre – prosegue il documento – potrà diventare l’asse portante dello sviluppo per un vasto comprensorio che abbraccia comunità importanti come Chiaravalle Centrale e Serra San Bruno. Ma quest’opera andrebbe inserita in un piano più generale di programmazione, legata al rilancio economico e produttivo delle aree interne calabresi. Una programmazione capace di intercettare e favorire realmente le idee imprenditoriali che emergono sul territorio”. “Su questi valori – conclude la nota – valuteremo i candidati del nostro collegio e non su altro”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento