TRAPIANTO DI RENE / “Mi hai ridato vita e libertà”: Concettina e Biagio lanciano un messaggio di umanità

Una storia d’amore e di solidarietà che dimostra come, anche nel tempo della globalizzazione e dell’individualismo, possano essere compiuti gesti, “naturali” per i protagonisti, eppure carichi di significato ed insegnamenti.

A oltre 7 mesi dall’intervento avvenuto agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria, Biagio Salerno e Concettina Giunta hanno ricordato la forte emozione vissuta, raccontando le proprie sensazioni ai microfoni di Radio Serra, nella trasmissione “On the news”, condotta da Antonio Zaffino e Biagio La Rizza.

Sposati in chiesa da 6 anni, ma con un legame nato un trentennio addietro, Biagio e Concettina hanno descritto i momenti salienti della vicenda che ha portato il primo a donare il rene destro alla seconda (in sostituzione del suo rene sinistro).

La decisione è nata per porre fine ai disagi derivanti da 2 anni di dialisi e per cambiare il corso di un destino amaro. Concettina ha infatti narrato la storia della madre persa a 53 anni (l’età che peraltro ha lei oggi) per lo stesso problema: la sua volontà era quella di darle il suo rene, ma all’epoca (aveva 18 anni) scoprì che ciò era impossibile perché anche il suo organo era compromesso.

Concettina ha ringraziato ancora una volta il suo compagno perché “mi ha ridato la vita” e “restituito la libertà”, mentre Biagio ha mostrato quella serenità che ha caratterizzato tutti i passaggi della vicenda, dai controlli preventivi ai 19 giorni successivi al trapianto in cui Concettina è rimasta, per scopi precauzionali, isolata. “Oggi – hanno dichiarato insieme – ci sentiamo in dovere di spingere la gente a compiere gesti di generosità, a dare, perché l’azione di sensibilizzazione ha un ruolo importantissimo”.

Concettina, che ha annunciato la volontà di “donare tutti gli organi quando non ci sarò più”, ha inoltre sottolineato “la crescita in Calabria dei trapianti tra viventi”; Biagio ha rimarcato che “la donazione è un atto di umanità e non di coraggio”. La coppia è adesso più unita che mai.

Contenuti correlati