Tragica battuta di caccia al cinghiale: spara, ma uccide l’amico

E’ morto all’istante il cacciatore che oggi era uscito in compagnia di un amico per andare a caccia di cinghiali, ma è rimasto ferito mortalmente al viso dalla fucilata che, in maniera accidentale, è partita dall’arma di un amico. E successo in contrada Gonea, a Morano Calabro, in provincia di Cosenza. Salvatore Rosito, 39 anni, era sposato con una donna che tra quattro mesi gli avrebbe regalato un bambino. I Carabinieri hanno avviato indagini sull’episodio. Il corpo senza vita della vittima è stato recuperato dal Soccorso Alpino e dai Vigili del Fuoco.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento