Tragedia in Calabria, 4 persone muoiono mentre producono il mosto a causa delle esalazioni

Quattro morti e una ferita. È questo il drammatico bilancio di un incidente avvenuto in contrada Caruso a Paola a causa delle esalazioni provenienti da una vasca contenente mosto. Si tratta di due fratelli e di due loro congiunti, di età compresa fra i 40 e i 70 anni, mentre la donna ferita sarebbe rimasta gravemente intossicata. Quest’ultima è stata affidata al personale sanitario del 118 per le cure del caso ed il successivo trasporto presso la struttura ospedaliera cosentina.

 Tutti stavano lavorando alla produzione di vino per uso familiare. Secondo le prime ricostruzioni, le persone poi decedute sarebbero state intente a travasare il mosto da una vasca ubicata sotto il livello stradale a delle botti e la carenza di ossigeno nel locale si sarebbe rivelata fatale (tre delle vittime erano all’interno della vasca di fermentazione dell’uva macinata, mentre la quarta si trovava in prossimità della vasca di raccolta del mosto).

Sul luogo sono giunti i Vigili del Fuoco, in attesa di una squadra Nbcr, che dovrà verificare la tipologia di sostanze tossiche emanate dal succo d’uva lavorato.

Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore di Paola, Antonio Lepre.

Contenuti correlati