Torna a casa ubriaco e picchia moglie e figlio: catturato dalla Polizia

Durante l’attività di controllo del territorio, personale della Squadra Volanti, su segnalazione della Sala Operativa, ha operato nella giornata di ieri, l’arresto di H.R.R.. dello Sri Lanka, 39 anni, ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale. E’ stato anche denunciato all’Autorità Giudiziaria per porto di armi od oggetti atti ad offendere. Secondo la ricostruzione degli investigatori, alle 20.30 di sabato, gli operatori sono intervenuti n un’abitazione del centro storico di Crotone dove hanno notato un giovane a dorso nudo con in mano un grosso coltello da cucina e che presentava un vistoso taglio sull’addome con una fuoriuscita di liquido ematico. Con non poche difficoltà, gli agenti sono riusciti a disarmarlo ed a richiedere l’intervento del personale 118 che, giunto sul posto, ha trasportato l’uomo ferito presso il locale ospedale per essere curato. Nel frattempo, è stata ascoltata la richiedente, nonché compagna di H.R.R., la quale ha riferito di esser fuggita in strada insieme al figlio minorenne dopo che l’aggressore, rincasato ubriaco, aveva malmenato sia lei che il figlio minorenne, scaraventandoli a terra. La donna ha raccontato ai poliziotti che il cittadino cingalese si era autoinflitto le ferite tagliandosi con il coltello. Raccolti tali elementi, lo straniero è stato tratto in arresto e piantonato in ospedale. Dopo aver ricevuto le adeguate cure, nella mattinata odierna è stato associato presso la Casa Circondariale di Crotone.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento