Terremoto in Alternativa Popolare. Gentile si dimette da Coordinatore nazionale: “Non mi ricandido, votate Forza Italia”

“Mi dimetto dalla carica di Coordinatore Nazionale di Alternativa Popolare”. L’annuncio, inatteso ed improvviso,è arrivato tramite un comunicato diffuso da Antonio Gentile. Il senatore calabrese, meno di due settimane fa, era stato promosso al vertice del partito che, lasciati andare i transfughi decisi a rientrare nei ranghi del centrodestra, aveva scelto di rimanere ancorato all’alleanza di governo giunta fino al termine della legislatura.  “Il progetto di costituire una forza di centro autonoma, liberale e riformista al quale molti di noi avevano fermamente creduto è- secondo il sottosegretario allo Sviluppo economico – fallita. Non voglio assegnare responsabilità ad alcuno, ma ho trovato un partito sfasciato e ingestibile senza alcuna capacità reattiva che per sopravvivere è alla ricerca di una innaturale mutazione genetica che lo spinge fortemente a sinistra. È mancata la sincerità e ho riscontrato, con mio sommo rammarico, la mancanza di valori in campo. Per rispetto della mia reputazione e per onestà intellettuale preferisco interrompere qui la mia esperienza di partito e parlamentare. Ringrazio Renzi e Gentiloni per avermi voluto a far parte dei loro Governi. Ma è necessaria per me una pausa di riflessione, senza interrompere l’impegno politico e sociale verso il mio Paese e la mia terra”. “È per questo – è la conclusione del ragionamento di Gentile – che invito i singoli parlamentari, i consiglieri regionali, provinciali, sindaci e militanti di Alternativa Popolare a votare per l’unica forza moderata e liberale esistente nel nostro Paese rappresentata da Forza Italia e dal suo Presidente Silvio Berlusconi”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento