Tentato omicidio a Cassari nel Vibonese, torna in libertà Ilario Ieraci

Torna in liberta Ilario Ieraci di Cassari frazione di Nardodipace, arrestato con l’accusa di tentato omicidio e detenzione e porto d’arma comune da sparo. Il Gul del Tribunale di Vibo Valentia, Marina Russo ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati Giovanni Vecchio e Antonio Carè, e ha disposto la revoca della misura degli arresti domiciliari sostituendola con la misura cautelare del divieto di dimora nel paese di residenza a fronte della coincidenza del luogo di residenza tra la persona offesa e l’imputato.

Ieraci era stato arrestato insieme al fratello Damiano e a Ilario Tassone in quanto accusati di aver sparato colpi d’arma da fuoco contro l’auto di Damiano Tassone, anch’egli di Cassari, lo scorso novembre.

I fatto risalgono alla sera del 25 giugno del 2020, quando alle 21 circa, la persona offesa Tassone aveva riferito di essere stato oggetto di un attentato a colpi di arma da fuoco mentre percorreva una strada provinciale con la sua auto, indicando quale esecutore materiale proprio Ilario Ieraci. Tassone non seppe spiegare il motivo per cui sarebbero stati sparati alcuni colpi d’arma da fuoco contro la sua autovettura; salvo poi essere il movente individuato, nell’ipotesi investigativa, nell’interrotta relazione sentimentale tra la figlia della vittima e Ilario Ieraci.       

Contenuti correlati