Tenta di violentare e derubare una donna: arrestato

In nottata, personale della Squadra Volanti ha tratto in arresto, per i reati di “tentata violenza sessuale” e “tentata rapina aggravata”, un pakistano di 26 anni, senza fissa dimora.

Nella fattispecie, alle ore 03.20 gli operatori, a seguito di segnalazione, si sono portato in via Miscello da Ripe a Crotone dove hanno notato subito il predetto prendere a calci e pugni una donna riversa a terra nel tentativo di prendergli la borsa; in particolare la donna ha riferito di essere stata afferrata con violenza dallo straniero il quale, nel contempo, le aveva intimato di dargli i soldi (per la precisione le frasi pronunciate dall’individuo, per come dichiarato dalla vittima, sono state le seguenti “dammi la figa, dammi i soldi”). A questo punto, l’uomo ha strattonato la donna afferrandola dai capelli e dalle braccia, al fine di condurla all’interno di un’area non visibile dalla strada. I tentativi di usare violenza sessuale si sono ripetuti e la donna è stata sostanzialmente immobilizzata (in pratica, afferrata dalla gola), costretta a subire atti di palpeggiamento nelle parti intime (glutei e vagina). In questo frangente si è registrato l’arrivo degli Agenti delle Volanti i quali, bloccando l’extracomunitario in posizione supina sulla ragazza, hanno posto fine alle violenze in atto.
Il soggetto è stato subito bloccato dagli agenti, mentre la donna, una cittadina polacca, in lacrime urlava che l’uomo voleva violentarla e rubargli la borsetta, come ha confermato anche un testimone presente all’aggressione.
Subito trasportata, con ambulanza del 118, presso il locale nosocomio, alla vittima è stato diagnosticato un “trauma cranico minore non commutivo, trauma gomito sinistro e contusioni multiple”, guaribile in 7 giorni. Al termine delle operazioni di stesura atti di rito, su richiesta dell’Autorità giudiziaria, il cittadino extracomunitario è stato tradotto presso la casa circondariale di Crotone.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento