Tenta di strangolare la moglie: un cittadino la salva chiamando la Polizia

La donna è stata trasportata in ospedale

Personale della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico (Squadra Volante), nella serata di ieri, ha tratto in arresto, in flagranza di reato, il 59enne M.G. per maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni consumati ai danni della moglie di 56 anni.


L’arrestato, residente nel centro storico di Cosenza, è stato sorpreso mentre minacciava di morte la coniuge, dopo averla aggredita, mettendogli le mani al collo nel tentativo di soffocarla e ferita con un coltello da cucina. L’intervento istantaneo del personale della Squadra Volante è stato reso possibile dalla segnalazione anonima giunta al 113 da parte di un cittadino.
Trasportata presso il locale nosocomio, i sanitari hanno emesso una certificazione attestante la contusione del polso sinistro, escoriazioni al collo, escoriazioni del polso destro. Guarirà in cinque giorni.
Immediatamente informato, il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari, ha disposoto il piantonamento dell’arrestato in Questura, in attesa di udienza per Direttissima. In questa circostanza, il cittadino con una telefonata, ha messo fine ad un dramma che poteva finire in femminicidio.

Contenuti correlati