Svolta per il Parco delle Serre, dal prossimo anno arriva quasi un milione di euro di dotazione finanziaria

“Con l’attribuzione, dal prossimo anno, di 2,4 milioni di euro alle aree protette calabresi possiamo pensare ad una gestione unitaria del Parco Marino e di tutte le riserve naturali”.

Arriva una svolta decisiva per il Parco delle Serre con l’annuncio dell’assessore regionale all’Ambiente Sergio De Caprio, nel corso della trasmissione “On the news”, dell’assegnazione di nuove risorse capaci di incidere in maniera significativa sul futuro.

All’ente di tutela ambientale che a sede a Serra San Bruno in via Santa Rosellina dovrebbe andare poco meno di un milione di euro, cifra multipla rispetto alle 200mila euro di dotazione finanziaria avuta finora. 

Questa azione dovrebbe tradursi in “una buona gestione del territorio che possa riflettersi su un turismo” che veda i Parchi protagonisti. 

“In questo modo – ha spiegato De Caprio – non chiederemo più l’elemosina a nessuno, ma potremo dare vita ad un meccanismo che si autosostiene e che porterà sviluppo, un meccanismo di turismo naturistico e archeologico davvero importante”.

In riferimento al tema dei rifiuti, Capitano Ultimo ha affermato che “con l’apertura della Vasca 1 di Lamezia e della discarica di Melicuccà di Dinami risolveremo i problemi, in particolare quelli di Reggio Calabria che è la città più popolosa”. “Abbiamo cambiato l’approccio al sistema della raccolta differenziata – ha aggiunto – che sarà seguita passo passo dai cittadini e dal Conai” grazie al sistema di tracciamento. L’obiettivo è quello di raggiungere “l’80% di differenziata” entro il prossimo anno.

De Caprio ha inoltre sottolineato l’esigenza di “farsi sentire”, anche attraverso interventi forti, dal Governo centrale, e, dopo aver ribadito di voler sostenere i sindaci, ha rilevato l’impatto delle carenze di organico dei Comuni sulle azioni da concretizzare.

Contenuti correlati