Svolta per gli ex Lpu, disco verde della Cosfel alla stabilizzazione anche per gli Enti in difficoltà finanziarie

Il momento atteso da oltre 20 anni sembra essere arrivato. La Cosfel avrebbe dato il parere positivo alla stabilizzazione degli ex Lpu anche per gli Enti in dissesto e predissesto aprendo le porte all’effettivo e definitivo accesso a condizioni di (semi)normalità.

La notizia non ha crismi dell’ufficialità perché l’atto che autorizza a procedere non è ancora stato materialmente stilato, ma ci sarebbe stata una comunicazione informale con la quale sarebbe stata anticipata l’intenzione. Resta il nodo concernente le risorse finanziarie che sarebbero quelle previste dalla Regione, che finora ha offerto garanzie (teoriche) riguardo a questo aspetto. Non si conosce ancora l’impegno orario settimanale al quale saranno chiamate queste figure, ma finalmente ci sarebbe la possibilità di mettere un punto fermo in riferimento al destino di persone, spesso con carichi familiari, che hanno nel corso degli anni contribuito allo svolgimento di servizi essenziali e che oggi non possono essere abbandonati dalle Istituzioni.

Talvolta “accarezzati” dalla politica nei periodi pre-elettorali con dichiarazioni che sono rimaste sulla carta, gli ex Lpu – ormai non più giovanissimi – non avrebbero d’altronde grosse chance d’impiego alternativo e quindi la stabilizzazione appare come il naturale epilogo, anche se arrivato con un ritardo clamoroso. Resta da capire la reale entità delle risorse disponibili: contratti con orario eccessivamente ridotto e non idonei ad assicurare nemmeno la sussistenza sarebbero un’ulteriore beffa.

Contenuti correlati