Strada del mare, Mirabello corregge Toninelli: “Si autocelebra, i soldi li ha sbloccati la Regione Calabria”

Michele Mirabello

“Il ministro Toninelli scrive su facebook della riapertura della Strada del mare, esultando, come noi del resto, per il completamento dell’opera. C’è però un bellissimo passaggio nel suo post in cui dice: ‘Non toccava a noi, ma grazie al nostro lavoro e ad uno stanziamento di 3 milioni la strada domani verrà riaperta’. Ma il ministro Toninelli, perchè non lo scrive chi ha stanziato i 3 milioni? (che poi sono 5?)”.

Il consigliere regionale Michele Mirabello corregge il ministro alle Infrastrutture e racconta la sua verità.

“Va senz’altro ringraziato il Ministero – sostiene l’esponente del Pd – che ha garantito la realizzazione dell’opera grazie ad Anas, ma il cash, i 5 milioni necessari li ha sbloccati, recuperando un finanziamento in perenzione, e messi a disposizione il presidente Mario Oliverio e dunque la Regione Calabria, che peraltro ha seguito passo dopo passo l’iter per la stipula della convenzione, anche grazie all’infaticabile lavoro dell’assessore al ramo Roberto Musmanno.

La Regione Calabria, il presidente Oliverio, l’assessore Musmanno ed il sottoscritto – sottolinea Mirabello – sulla Coccorino-Joppolo sono andati a metterci la faccia, ed i soldi, quando tutti i politici del luogo giravano al largo.

Oggi non si chiedono ovviamente medaglie, ma resta inaccettabile che si parli con mezze verità, autocelebrandosi e facendo finta di dimenticare chi ha reso materialmente possibile realizzare l’opera.

Ora la seconda fase, che riguarda l’Apq per la Strada del mare.

Entro la fine dell’estate – annuncia Mirabello – il completamento della rimodulazione e la cantierizzazione dei due lotti di Pizzo e di Ricadi, con il potenziamento e l’ammodernamento della Sp 23 Tropea-Ricadi”.

Contenuti correlati