Storia delle corse dei cavalli in Italia

In Italia le corse dei cavalli possono far vanto di una storia antica, ricca e dall’intramontabile fascino. Una pratica sportiva che ha attraversato secoli di storia e che si è lasciata attraversare da antiche tradizioni e personaggi diventati delle vere e proprie icone. Ma a cosa deve tanta popolarità?

La prima storia…

La storia delle corse dei cavalli inizia da molto lontano. In Italia risale a tempi molto antichi ed inizia con le corse dei carri che, per diversi popoli ed in diverse regioni, rappresentava uno degli eventi più attesi ed amati. Un esempio molto rinomato nella cultura italiana è quello delle corse delle bighe di Roma, citate addirittura da Ovidio, poiché rappresentavano uno degli spettacoli più famosi ed in voga al Circo Massimo. I Romani facevano il tifo per i fantini che, all’epoca, erano atletici guidatori di carri in velocità dotati di grande agilità e forza fisica.

Le corse con i cavalli esistevano già in Grecia ma, ancor prima, animavano le feste che gli Etruschi organizzavano per la morte delle persone care. Una pratica che, a seconda del ceto sociale, prevedeva lauti banchetti e diverse gare che andavano dal pugilato, a quella tra gladiatori fino alle corse con le bighe o con i cavalli montati. Il popolo etrusco conferiva a queste manifestazioni un’aurea sacrale ed oggi sono arrivate a noi proprio attraverso alcuni ritrovamenti di pitture tombali ma anche negli scritti di grandi autori come appunto Ovidio, Apuleio e Cicerone. Questo rende prova del fatto che fossero considerati come un evento ormai parte della cultura dei popoli e che fossero anche particolarmente apprezzati.

La corsa delle bighe rappresenta una testimonianza di tradizione che si mescola alla competizione ed all’intrattenimento ma non è l’unica forma di questa cultura equestre.

Il palio di Siena 

Il capitolo forse più significativo nella storia delle corse di cavalli in Italia, è senza dubbio rappresentato dal Palio di Siena. Nella cornice di una delle città più belle della Toscana, ogni anno, ancora oggi, si compie questa antica tradizione, documentata da tantissime fonti e diventata una delle antiche corse ippiche più famose al mondo. La sua storia parte al XVII secolo e nel tempo si è mescolata alla storia, alla competizione ed al folklore.

La competizione è fra le 17 contrade ed assume la forma di una giostra equestre di tipo medievale. Ma la cultura del Palio è così integrata nella storia dei senesi che, addirittura, in occasione di particolari eventi, cittadini o nazionali, possono decidere di effettuare un Palio straordinario. Oggi rappresenta una delle manifestazioni più attraenti soprattutto per il turismo da Palio che ogni anno assedia la cittadina toscana per vedere dal vivo la manifestazione.

Un motivo in più per puntare sulle migliori scommesse sportive. Infatti gli appassionati scommettitori, oggi come un tempo, sono tantissimi.

Il successo di Frankie Dettori

Nonostante la storia di questa pratica sportiva affondi le sue radici nella storia più antica, sarebbe sbagliato crederla una pratica del passato. 

Lanfranco Dettori è un esempio lampante della modernità della corsa con cavalli. Un figlio d’arte che è diventato uno dei più famosi e quotati fantini al mondo che può far vanto di tantissime vittorie, specialmente in Inghilterra dove si è svolta quasi tutta la sua carriera e dove attualmente vive. Nel tempo è diventato un vero e proprio vanto per l’Italia.

Con la sua storia, anche familiare (il padre era anche un fantino), è riuscito a portare la storia delle corse nel mondo mettendo in luce la forza ed il fascino di questa competizione.

Dal 1990 continua a raccogliere vittorie nelle corse GR1 ed aveva annunciato che questo sarebbe stato l’ultimo anno della sua carriera professionale ma ha invece pensato di lasciare l’Inghilterra (dopo l’ennesima vittoria) per trasferirsi negli USA.

Conclusioni

Quella delle gare ippiche è una disciplina che affonda le sue radici nella storia antica e che in Italia si è declinata con favore, incontrando la tradizione e la cultura di diversi popoli. Benché arrivi da lontano, oggi conserva una certa modernità al punto che, in alcuni luoghi, come Siena, è un vero e proprio evento che convoglia milioni di turisti. Il Palio di Siena è infatti ormai una manifestazione storicizzata anche se in Italia storicamente anche Roma ospitava diverse gare di ippica. 

Il calendario del mese di novembre è ancora fittissimo di appuntamenti con gare di salto a ostacoli, endurancem dressage e paradressage che coinvolgeranno i tantissimi appassionati in manifestazioni entusiasmanti.

Il merito di questo successo è forse da ricercare proprio nelle radici storiche che la pratica sportiva porta con sé: per gli Etruschi era addirittura un modo per celebrare le persone care ormai passate a migliori vita e faceva parte di uno speciali rituale messo in atto proprio nei giorni successivi alla dipartita. Oggi, a contribuire alla modernità di questa disciplina, ci pensano diversi influencer-fantini. L’Italia può far vanto di aver dato i natali ad uno tra i fantini più conosciuti ed apprezzati al mondo e cioè Frankie Dettori che, pur vivendo in Inghilterra, non smette di portare alto il nome del nostro Bel Paese nel mondo.

Contenuti correlati