Stato di forma dello sport calabrese: servono strutture

Una squadra in A, due in B e due in C per ciò che riguarda il calcio, per la pallavolo maschile la Callipo è in Superlega, mentre la Volley Soverato femminile in A2 e la Pallacanestro Viola milita nel campionato di basket di Serie B. Un momento particolarmente florido per lo sport in Calabria, attività importante il cui indotto può anche migliorare l’economia locale. 

Calcio: ottimo momento, sperando nella salvezza del Crotone

Non è partito benissimo il Crotone. Certo, esperti, addetti ai lavori e bookmaker delle scommesse calcio lo avevano previsto che questo campionato di Serie A, il terzo per i delfini, sarebbe stato particolarmente duro, ma la società saprà muoversi sul mercato e l’innesto di Luperto sembra confermare questo trend. Nel 2016-2017 i pitagorici scrissero una delle più belle pagine del calcio di provincia riuscendo in una vera e propria impresa. 9 punti nel girone di andata e ben 25 in quello di ritorno, con la guida di Nicola che seppe trasmettere tranquillità e determinazione ai suoi ragazzi. Speriamo non serva l’impresa anche quest’anno per Stroppa e la sua squadra. Impresa che ha invece già fatto la Reggina l’anno scorso, anzi forse sono due. Eh sì, perché con la tanto agognata promozione in B degli amaranto, la società ha regalato ai tifosi Jeremy Menez, più che un lusso per la serie cadetta. La permanenza in Serie B è nettamente alla portata sia di Cosenza che di Reggina, questa deve essere la priorità, poi a gennaio si potrà pensare a qualcosa di più se le condizioni di classifica e di mercato lo permetteranno. Importante che il calcio funzioni in una realtà come la Calabria, sport che può rappresentare un giro d’affari enorme, considerando che i dati relativi all’anno 2019 ci parlano di un business di 4,7 miliardi di euro in Italia. 

Superlega: la Callipo, non è il “campo” a preoccupare, ma lo stadio

Alla Callipo tifosi e appassionati non si preoccupano di certo del tasso tecnico dei propri giocatori, anzi. Con il rinnovo di Abouba, top scorer dei giallorossi la passata stagione con 272 punti, la conferma di De Falco e il ritorno del crotonese Francesco Corrado nel ruolo di schiacciatore, sembra esserci il giusto mix nella rosa per avere entusiasmo, esperienza e non dover subire troppo le “grandi” della Superlega. Ciò che preoccupa invece tifosi e amanti del volley in Calabria, è che si possano verificare episodi come quello dello scorso gennaio, in cui il PalaMaiata di Vibo Valentia non potette ospitare il match con il Padova, anche a causa dell’indisponibilità del PalaCalafiore di Reggio Calabria. Il palazzetto fu poi successivamente approntato nel giro di due mesi, ma situazioni del genere hanno un ritorno di immagine negativo ed invece lo sport dovrebbe fungere da attrazione. Per ciò che riguarda il volley femminile, la squadra di Soverato dovrà sudarsi la categoria fino a maggio, nella speranza che la società possa fare qualche regalo di mercato a Marco Breviglieri, coadiuvato dal vice allenatore Antonio Stella. La massima espressione del basket in Calabria, è invece rappresentata dalla squadra di Reggio Calabria, la Viola, che milita nel campionato di B e che nel suo roster può vantare giocatori cresciuti e formati nelle proprie giovanili, come il capitano e play-maker Barrile, classe ‘95 e si affiderà al coach Bolignano, che aveva già salvato la Viola nel campionato di A2 nella stagione 2016/2017. 

Lo sport in Calabria è una risorsa di inestimabile valore ed è giunto il momento in cui le amministrazioni comunali e le società sportive si occupino in primis delle strutture dislocate sul territorio e che hanno necessità di ammodernamenti. Solo in questo modo si potranno attuare programmi e pianificazioni a lungo termine e lavorare sui giovani atleti calabresi.

Contenuti correlati