Spaccio di stupefacenti nel Vibonese, scattano le misure cautelari per soggetti vicini alla ‘ndrangheta

Dalle prime ore della mattinata, in Vibo Valentia e Milano, i Carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia con il supporto di quelli di Nerviano stanno eseguendo 6 misure cautelari degli arresti domiciliari e 2 misure cautelari dell’obbligo di dimora emesse dal Gip del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di altrettanti soggetti tutti ritenuti dagli inquirenti contigui al locale di ‘ndrangheta di Zungri ritenuti responsabili in concorso, a vario titolo, del reato di spaccio di sostanze stupefacenti.
Altri 6 soggetti sono stati deferiti in stato di libertà per lo stesso reato.
L’attività investigativa ha consentito di individuare e disarticolare una fitta rete di spaccio riconducibile ad un sodalizio criminoso, composto da 14 soggetti, capeggiato da un gruppo familiare, che rifornivano di marijuana, hashish e cocaina tutta l’area costiera della provincia di Vibo Valentia denominata “Costa degli Dei”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento