Sorpresi a bordo di un’auto rubata pochi minuti prima: in manette due persone

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato per furto aggravato un disoccupato 30 enne, attualmente sottoposto alla misura cautelare della presentazione alla Polizia giudiziaria, ed un 26 enne con precedenti penali e di polizia.
In particolare i due,entrambi di Reggio Calabria, sono stati sorpresi dai militari dell’Arma a bordo di una Fiat Panda rubata poco prima nei pressi dell’Ospedale “Riuniti” del capoluogo.
A causa della forte velocità di marcia, l’autovettura ha attirato l’attenzione dai Carabinieri di pattuglia ed militari hanno deciso di fermarla. All’atto del controllo, i Carabinieri hanno riscontrato che l’auto riportava inconfondibili segni di scasso, come la serratura della portiera danneggiata, il nottolino del sistema di accensione danneggiato e la presenza di un cacciavite, utilizzato poco prima per l’accensione dell’auto.
I due sono stati dichiarati in stato di arresto e sottoposti agli arresti domiciliari presso la propria abitazione a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento