Simbario. Senza Sorical la musica non cambia: acqua ancora non potabile

Appariva come la scelta che potesse risolvere i problemi, in realtà la situazione è rimasta terribilmente difficile. Non sembrerebbe aver portato grossi benefici il distacco da Sorical a Simbario, dove “bere acqua dal rubinetto” è ancora vietato. Piena autonomia, insomma, non vuol dire cancellazione dei nodi. In maniera ricorrente l’acqua non è infatti potabile ed il ricorso alle fontanelle dei paesi vicini è ancora una prassi.

In una missiva inviata al sindaco Ovidio Romano, l’Asp di Vibo Valentia, dopo aver effettuato le dovute analisi sui campioni prelevati in uscita dal serbatoio comunale, ha riscontrato la presenza di “coliformi a 37°C” ed “escherichia coli”. Conseguente la proposta di provvedere “con urgenza a limitare l’uso dell’acqua” di “tutta la parte della rete comunale della quale attinge il punto di campionatura”. In sostanza, l’acqua non può essere utilizzata “per l’uso alimentare, il lavaggio e la preparazione degli alimenti, l’igiene orale, il lavaggio di stoviglie o utensili da cucina, il lavaggio di apparecchiature sanitarie, il lavaggio di oggetti per l’infanzia”. Può invece essere usata “per la pulizia della casa e del funzionamento degli impianti sanitari e per l’igiene della persona con l’esclusione di quanto sopra specificato”.

I cittadini che hanno osservato più volte il ripetersi di questo tipo di circostanze hanno cominciato a manifestare il malessere per gli insistenti disagi. Il punto è che con l’avvicinarsi dell’estate la questione potrebbe ulteriormente complicarsi, anche considerando l’arrivo di turisti o di emigrati che ritorneranno nel paese in cui sono nati facendo provvisoriamente aumentare la popolazione.

Vanno dunque comprese le origini del problema adottando tempestive ed idonee soluzioni.

Il caso di Simbario potrebbe inoltre spingere i Comuni dell’entroterra ancora agganciati a Sorical e che stanno progettando e  predisponendo quanto necessario per procedere con il distacco ad effettuare delle valutazioni approfondite per evitare di incorrere in uno stato di cose analogo.

Usufruire di acqua potabile nelle zone montane del Vibonese è paradossalmente complicato: Sorical o non Sorical i divieti di uso dell’acqua non spariscono e anzi fanno aumentare le preoccupazioni per la salute.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*