“Serremarathon” ed equiraduno, domenica si aprono “due grandi vetrine per le Serre”

Due iniziative volte a “promuovere il territorio” attraverso “la diffusione della pratica sportiva”. Domenica sarà una giornata particolare per le Serre che saranno al centro della II edizione di “Serremarathon” e del I Equiraduno.

Il primo evento è stato organizzato dall’associazione “Vibobikers” in collaborazione con il Csain e con il sostegno del Parco delle Serre, di Calabria Verde, dei Comuni di Serra San Bruno, Mongiana e Fabrizia. A spiegare i dettagli del percorso (56km per 1.650 metri di dislivello) è stato il rappresentante di “Vibobikers” Rosario Direnzo che ha precisato che “sono previsti oltre 200 partecipanti” e che il tracciato è stato inserito in 3 circuiti (3° prova del Campionato Granfondo Csain Calabria, 5° tappa del Trofeo “Mtb Calabria Challenge” e 4° tappa del Campionato Granfondo interregionale Calabria-Sicilia 2019). L’esponente della stessa associazione Renato Daniele ha posto l’accento sulla “particolarità dei luoghi” sottolineando che “il percorso, che è fra i più belli d’Italia, è sterrato, interamente nel verde”. Sulla necessità di dare continuità nel tempo alla manifestazione e risalto al territorio si è soffermato il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, che ha rimarcato la positività della “sinergia tra Comune, Parco delle Serre ed associazioni che hanno voglia di lavorare per il territorio senza secondi fini”. Il primo cittadino ha aggiunto che “siamo sulla strada giusta per fare il salto di qualità”.
Il commissario del Parco delle Serre Pino Pellegrino ha chiuso la conferenza stampa esprimendo l’intenzione di “tracciare questo sentiero” ed ha aperto la successiva presentazione ribadendo che “queste manifestazioni saranno una grande vetrina”.
“La passeggiata a cavallo – ha sostenuto Pellegrino – nasce dalla volontà di divulgare la pratica equestre, di dare servizi al territorio, di vivere la natura. Il nostro obiettivo è quello di costruire ippovie”. L’assessore comunale Francesco De Caria ha insistito sul ruolo dello sport quale “momento di impatto sociale, culturale e turistico” ed ha confermato la disponibilità del Comune a sostenere queste iniziative.
Il presidente regionale della Federazione italiana sport equestri Roberto Cardona ha asserito che “l’equiturismo è per la Calabria un elemento naturale di sviluppo”, mentre il capo dipartimento Promozione sportiva, Marketing e Comunicazione Roberta Cardona ha specificato che “si tratta della prima di una serie di iniziative” e che “il percorso di 15 km è semplice, la durata è di 3 ore con andatura a passo” (previsti un centinaio di partecipanti)”.
Il fiduciario Coni per la zona delle Serre Giuseppe Dominelli ha concluso rilevando il bisogno di “dare lustro al territorio”.

Contenuti correlati