Serra. Strappo Pd, Lo Iacono: “Io resto, non c’entro con questa operazione”

Il distacco dal Pd di Valeria Giancotti, Walter Lagrotteria e Brunella Albano a tre giorni dalle primarie ha fatto pensare ad un’operazione di ricollocamento diretta dall’esterno. In particolare, la regia sembra essere quella di Pino Raffele, ma nella strategia, diversamente da quanto poteva apparire, non ha un ruolo l’ex sindaco Raffaele Lo Iacono. Per capire di più siamo andati direttamente alla fonte, che ha smentito ogni coinvolgimento.

“La mia esperienza nei piccoli movimenti – ha spiegato Lo Iacono – è terminata. Ho deciso, da tempo, di far parte di un grande partito ed ho scelto il Pd. Mi sono impegnato con il referendum costituzionale voluto da Renzi, ora il mio consenso sarà dedicato alla mozione Zingaretti; la mia scelta è chiara. Certo, il Pd ha commesso grandi errori, deve discutere, ma nel gioco delle alternanze penso possa tornare a governare”.
Quanto all’uscita improvvisa dei 3 amministratori, Lo Iacono precisa che “avevano aderito al Pd per la particolare congiuntura” e che “la loro presenza nell’Amministrazione deriva da un progetto comunale, quello de ‘La Serra rinasce’, che non viene modificato”. “Non ho modo di dubitare – specifica il già primo cittadino – della loro parola e di quella di Pino (Raffele, ndr). So che porteremo avanti questo percorso. Questa è normale dialettica, la discussione interna ed il confronto danno forza all’azione politica. Oltretutto, il sindaco si dimetterebbe se dovesse capire di essere sotto attacco o sotto ricatto. Ma queste sono azioni che mai si consumeranno nella nostra comunità”.
Lo Iacono, che si dice soddisfatto dell’attività amministrativa e ritiene che “sarebbe deleterio interromperla”, auspica che “anche la prossima campagna elettorale ci possa vedere uniti”. Cosciente che “ci sarà sicuramente da parte di questo gruppo un’attività diversa per le prossime regionali”, Lo Iacono rivela infine che “a breve ci sarà una riunione di maggioranza per rinsaldare i rapporti”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento