Serra. Sharo Gambino ricordato all'”Einaudi” con un premio di scrittura creativa

Sarà il Premio di scrittura creativa intitolato allo scrittore Sharo Gambino il leit motiv della giornata che l’IIS “Luigi Einaudi” di Serra San Bruno, guidato dal dirigente Antonino Ceravolo, ha organizzato per mercoledì 6 giugno a partire dalle ore 11.00 presso l’aula Magna della Scuola Superiore, per ricordare l’opera e la figura del giornalista, saggista e romanziere calabrese in occasione del decimo anniversario della sua scomparsa.
Dopo una breve interruzione del Premio che l’Einaudi ha istituito quasi un decennio fa, riprende vita con maggiore slancio una nuova edizione di un’esperienza culturale che nel corso degli anni ha riscosso grande apprezzamento da parte delle alunne e degli alunni delle Superiori di Serra che hanno avuto l’opportunità di riflettere sull’opera di uno scrittore che ha raccontato una Calabria quasi sconosciuta alle giovanissime generazioni. Ed è proprio in quest’ottica

che il concorso di scrittura creativa di quest’anno è stato aperto anche alle studentesse ed agli studenti delle scuole Secondarie di Primo grado ricadenti nel territorio delle Serre.
Nel presentare l’edizione del Premio 2018, il preside Ceravolo ha detto che: “Gambino rappresenta una voce narrante di storie, luoghi e personaggi di una regione estremamente carica di contraddizioni economiche e sociali che emergono a chiare lettere in quasi tutti i romanzi ed i saggi che recano la sua firma nonché nelle inchieste che lo scrittore ha pubblicato su riviste e giornali di tutta Italia per oltre un cinquantennio di attività giornalistica”.
A dialogare con i ragazzi e con i docenti dell’Einaudi e delle scuole Medie del circondario ci sarà l’antropologo dell’Unical, Vito Teti, profondo conoscitore dell’opera omnia di Gambino, nonché amico dello stesso autore che, insieme alla signora Melina Ceraso Gambino, offrirà nuovi spunti per una rilettura attenta degli scritti di un autore il cui messaggio va perpetuato come autocoscienza di una regione che vuole guardare oltre senza rinnegare le proprie radici culturali.
L’appuntamento voluto dall’Einaudi si concluderà con un riconoscimento in libri per gli alunni arrivati finalisti al concorso e vedrà la premiazione in buoni da spendere per l’acquisto di libri per i primi ed i secondi classificati delle due sezioni rispettivamente dedicate alle Scuole Medie ed alle Scuole superiori.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento