Serra. Seconda edizione della Summer School: l’Istituto “Einaudi” promuove la sostenibilità ambientale

Dal 4 al 9 giugno 2018 presso l’Aula magna dell’Istituto “Luigi Einaudi” di Serra San Bruno, presieduto dal Dirigente Scolastico Antonino Ceravolo, si terrà la II Edizione della Summer School, dal tema “Il rapporto uomo-ambiente: verso lo sviluppo sostenibile”, con il patrocinio del Comune di Serra San Bruno, del Parco Naturale Regionale delle Serre e della sezione calabrese della Società Filosofica Italiana. La manifestazione sarà interamente curata dai ragazzi delle classi quarte del Liceo scientifico in seno al progetto di Alternanza scuola-lavoro. L’evento, articolato in più giornate di studio e dibattiti con docenti universitari di vario ambito, dimostra ancora una volta l’attenzione che la scuola serrese rivolge al territorio abbracciando un argomento particolarmente delicato e rilevante quale quello della sostenibilità. La prima giornata, 4 giugno, vedrà anche la partecipazione dell’Istituto Comprensivo di Vallelonga e dell’Istituto Comprensivo “Azaria Tedeschi” di Serra San Bruno i cui studenti presenteranno i lavori realizzati all’interno del progetto “Philosophy for children”, attuato in rete dalle tre scuole, e concretizzatosi in diversi laboratori di filosofia inerenti al tema dello sviluppo sostenibile. Il 6 giugno, gli studenti del Liceo incontreranno, invece, il professor R. Bondì (Docente di Storia delle Idee presso l’UNICAL) che terrà un laboratorio su “L’uomo, la natura e lo sviluppo sostenibile”. Nella giornata del 7 giugno sarà presente il professor S. Greco (Docente presso l’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo) che affronterà con i ragazzi dell’”Einaudi” l’argomento della biodiversità in rapporto ai sistemi di produzione del cibo. Nella stessa giornata i ragazzi dei tre indirizzi dell’Istituto (IPSEOA, AFM e Liceo Scientifico) presenteranno la XIII Edizione del Ristorante didattico dal titolo “Cucina e sostenibilità: un binomio vincente”. Infine, l’8 giugno si parlerà di Risorse rinnovabili e contrasto al cambiamento climatico con la professoressa A. Bonanno (docente del Dipartimento di Biologia, Ecologia e scienze della Terra dell’UNICAL). Richiamandosi all’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile, firmata il 25 settembre 2015 dai 193 Paesi dell’ONU, e ai relativi 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs) da raggiungere entro il 2030, gli studenti “hanno sviluppato – osserva la professoressa Lorenza Colica, referente dell’Alternanza scuola-lavoro per il Liceo scientifico- un più chiaro e consapevole giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello globale di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche economico e sociale, maturando un’accresciuta consapevolezza delle responsabilità, individuali e pubbliche, richieste a tutela del bene comune e del futuro di tutti”. Diffondere la cultura della sostenibilità è, insomma, un impegno collettivo a cui la scuola di certo non deve e non intende sottrarsi.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento