Serra San Bruno, la Provincia chiude la palestra interscolastica: “Non agibile, verificheremo possibilità di recupero e affidamento”

Un cartello con la scritta “non agibile” campeggia sul cancello e su una parete della palestra interscolastica di via Guardaboschi Mulè, realizzata negli anni passati dalla Provincia di Vibo Valentia. L’edificio, in preda all’incuria, è stato ripetutamente oggetto di atti vandalici e furti che lo hanno reso inutilizzabile o addirittura pericoloso. Va specificato che il responsabile dell’Area Vigilanza del Comune di Serra San Bruno aveva inviato una relazione alla Provincia, al Commissariato di Polizia ed al Comando dei Carabinieri segnalando lo stato di degrado.

Ciò si aggiunge alla storia travagliata della struttura, contraddistinta da imperfezioni e disfunzioni che ne hanno spesso condizionato l’utilizzo da parte del pubblico. La sua imponenza abbinata allo stato di sostanziale abbandono l’ha fatta diventare quasi un monumento allo spreco: eppure la sua fruibilità potrebbe tradursi in una valida risposta per i giovani del comprensorio che vogliono praticare l’attività sportiva. Il territorio ha in effetti bisogno di strutture accessibili liberamente o comunque a prezzi popolari.
In questo contesto, non può essere taciuta la mancanza di senso civico di coloro che si sono resi responsabili di gesti da condannare senza tentennamenti e che comunque evidenziano la necessità che l’opera sia videosorvegliata.
Appositamente interpellato, il presidente della Provincia di Vibo Valentia Salvatore Solano ha precisato che “provvederemo a verificare la possibilità di riprendere la palestra vista la sua valenza e considerato che su di essa c’è l’attenzione dell’Ente che rappresento. Valuteremo quali sono le condizioni per la riapertura per poi pensare all’affidamento a terzi interessati alla gestione”.
La speranza degli abitanti delle Serre è che la palestra possa essere resa disponibile in tempi non biblici.

Contenuti correlati