Serra San Bruno è la località più fresca della Calabria. E il sindaco Barillari invita a godersi il ristoro tra natura, arte e storia

Punta massima di 36.5°, punta minima di 10.3°, media abbondantemente al di sotto di quelle rilevate nelle altre stazioni meteorologiche. I dati dell’Arpacal relativi agli ultimi 15 giorni parlano chiaro e pongono Serra San Bruno tra le località più “riparate” della Calabria. Se poi restringiamo il campo alle principali stazioni, il primato diventa assoluto. Colpisce anche che altre stazioni poste ad un’altitudine superiore, registrino temperature ben più elevate. Ciò conferma che la posizione di Serra favorisce una sorta di mitigazione dei fenomeni estremi, in questo caso un affievolimento del caldo. Resta inteso che “Caronte” abbia fatto sentire la sua torrida presenza anche nelle zone interne del Vibonese, ma in misura minore rispetto che in altre aree.

Nella rovente estate 2023, Serra San Bruno è una meta ambita e desiderabile, che offre fresco e riparo, proponendo nello stesso tempo un raro mix di serenità, cultura e divertimento. Particolarmente apprezzato dai visitatori, giunti nella città della Certosa per trascorrere le vacanze, è dunque il ristoro trovato nei boschi di Santa Maria o nei sentieri del Parco delle Serre, dove abeti, pioppi, querce e faggi offrono ossigeno puro e verde sconfinato creando le condizioni per lasciare le preoccupazioni quotidiane e abbandonarsi alle meraviglie della natura. Non solo turisti provenienti da lontano però, perché sono sempre di più coloro che, provenienti dalla fascia jonica catanzarese, optano per la passeggiata serale tra l’arte, l’architettura e la storia di Corso Umberto I per poi degustare qualche prelibatezza locale. E le novità sono dietro l’angolo. “Nei prossimi giorni – spiega il sindaco Alfredo Barillari – per chi vorrà unire il refrigerio alla cultura, sarà possibile godersi l’omaggio alla Traviata (previsto per giovedì 27 alle ore 21.30 Santa Maria) e il concerto di Daniele Silvestri (giovedì 3 agosto, stesso orario e stessa location)”. Una situazione che al primo cittadino ispira una battuta: “venite a Serra e, mi raccomando, di sera portatevi la felpa”.

Contenuti correlati