Serra. Marco Primerano presenta “Tutti i Santi (tranne me)”

La presentazione del libro di Marco Primerano

Aprire una breccia nell’onda avanzante della secolarizzazione riscoprendo quei fatti che sono stati centrali nella vita di figure storicamente definite.

“Tutti i Santi (tranne me)” – il primo libro a due mani di Marco Primerano, che è stato presentato nella libreria “Te Deum” – prende lo spunto dal quasi omonimo testo di Luciano De Crescenzo, ma elimina gli aspetti ironici favorendo la genuina reinterpretazione del significato religioso degli eventi. È stato lo stesso autore a deliberare i tratti distintivi del volume spiegando che “per ogni Santo venerato a Serra si parte da un episodio particolare per raccontare la vita”. Ma le biografie, corredate di nome storico-linguistiche, riguardano anche il Beato Lanuino, Sant’Agazio (patrono di Squillace) e San Vitaliano (patrono di Catanzaro) e si riagganciano alle tradizioni sviluppate a partire dai singoli culti.
Un’illustrazione più dettagliata dei contenuti, moderata da Antonio Zaffino, è prevista per lunedì alle 21.30 nella Chiesa dell’Assunta in cielo di Terravecchia con gli interventi del I consultore Michele Zaffino, del sindaco Luigi Tassone, del presidente diocesano dell’Unione delle Confraternite Antonio Caroleo, del parroco di San Biagio don Leonardo Calabretta e del collaboratore dell’Ufficio diocesano delle Confraternite don Vincenzo Schiavello. “Sarà un grande onore – ha commentato il priore Bruno Rachiele – avere questo trampolino di lancio per avvicinare le persone alla Chiesa e superare il terreno sterile trovato, che invece dovrà divenire fertile”. “La speranza – ha aggiunto Primerano – è che questo tipo di iniziative diventino un appuntamento fisso”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*