Serra. Igiene e sicurezza, scatta l’ordinanza sulla conduzione dei cani: sanzioni fino a 500 euro [DETTAGLI]

Scattano “Misure sanzionatorie per le deiezioni canine in luoghi di pubblico transito e la non corretta detenzione dei cani”. A fissarle è l’ordinanza n. 17/2019 vergata dal sindaco Luigi Tassone, che punta a combattere gli “atti di inciviltà” e i “rischi per la salute della popolazione, con particolare riferimento alle fasce più esposte”.

L’atto prende spunto anche dal “disagio lamentato da numerosi cittadini determinato da un lato dalla noncuranza con la quale sovente le deiezioni dei cani vengono lasciate sul suolo ovunque si trovino e dall’altro dalla sempre maggiore presenza di cani nei luoghi pubblici che, se non accompagnata ad un comportamento civile e responsabile dei loro conduttori, pregiudica la vivibilità delle aree stesse e la sicurezza sia dei frequentatori che degli stessi animali”.
Stante questa situazione, l’ordinanza impone ai conduttori di “provvedere con immediatezza alla raccolta degli escrementi prodotti dai cani” in modo da “mantenere e preservare lo stato di igiene e decoro dei luoghi” e di “depositarli con idonei involucri o sacchetti chiusi nei più vicini cestini stradali per la raccolta dei rifiuti”.
Altre prescrizioni riguardano, in particolare, l’utilizzo di guinzagli non superiori ad un metro e mezzo di lunghezza e, comunque, impongono di non lasciare i cani liberi nelle aree pubbliche.
In caso di violazioni, sono previste sanzioni da 25 a 500 euro.

Contenuti correlati