Serra. Gli studenti si muovono contro l’inquinamento: “Imparate da noi, salviamo il pianeta” [FOTO]

Non un semplice approccio teorico, ma un’esperienza capace di generare comportamenti concreti che vanno nella direzione della salvaguardia del pianeta.

Il progetto “Ri-diamo vita al nostro futuro”, coordinato dalla docente Gabriella Letizia, ha visto l’appassionato impegno degli alunni delle classi V A e V B della scuola elementare “Nazzareno Carchidi” e dalla classe V A della scuola elementare “Azaria Tedeschi” che si sono documentati sugli effetti dei diversi tipi di inquinamento per poi mettere in atto azioni di sensibilizzazione collettiva volte ad intervenire sul cambiamento climatico e l’irrazionale sfruttamento delle risorse naturali. Nella giornata di venerdì gli alunni, sposando principi ed obiettivi del movimento “Fridays for Future” ispirato alle parole della giovanissima Greta Thunberg, hanno promosso un sit-in in piazza Municipio ed hanno incontrato il vicesindaco Jlenia Tucci, che ha preso l’impegno di approfondire la richiesta di “dichiarazione dello stato di emergenza climatica”.
Documento già sottoscritto dal dirigente dell’Istituto comprensivo “Azaria Tedeschi” Giovanni Valenzisi, che ha ricevuto il ringraziamento dei discenti.

Nella mattinata di sabato, la tematica è stata al centro della trasmissione di Radio Serra “On the news” (condotta dallo speaker Antonio Zaffino e dal direttore de “Il Meridio” Biagio La Rizza) durante la quale hanno offerto il loro contributo, rispondendo alle domande dei bambini, il presidente del Comitato provinciale Unicef Aurelio Gaetano, il comandante della Capitaneria di Porto di Soverato Matteo Verrigni, il comandante della Stazione Carabinieri Forestale di Serra San Bruno Francesco Aloi, la dottoressa in Scienze ambientali Giulia Scordo, l’ingegner Vincenzo D’Agostino, il professor Ilario Preiato, l’esperta in Scienze ambientali Giulia Scordo e il caposcout di Serra San Bruno Barbara Vinci. “I trattati internazionali, le conferenze e le riunioni – hanno in particolare rilevato gli allievi, che si sono proposti come esempio – fanno la loro parte, ma l’azione che può cambiare la tendenza è l’impegno collaborativo di tutti”.

Contenuti correlati