Serra, gestione rifiuti e accoglienza disabili: FdI mette l’Amministrazione comunale sul banco degli imputati

Due le delicate tematiche affrontate nella nota diffusa da Fratelli d'Italia Serra San Bruno

“Sono trascorsi oltre 20 giorni – ricordano in una nota i rappresentanti serresi di Fratelli d’Italia – dal momento in cui è stato affidato ad una impresa privata il servizio di raccolta dei rifiuti.

All’inizio era doveroso essere tolleranti per gli eventuali disagi che la nuova gestione del servizio avrebbe provocato perché c’era bisogno del normale periodo di ambientamento dell’impresa e del personale, ma ad oggi non possiamo fare altro che evidenziare, ancora una volta, le tante lacune di una vicenda, che abbiamo definito singolare, tra le quali spicca un piano organizzativo molto approssimato e la mancanza di un orario certo entro cui i rifiuti devono essere necessariamente prelevati.
Ci domandiamo come sia possibile che i cittadini entro le nove di mattina debbano depositare le buste contenenti i rifiuti differenziati davanti la propria abitazione e le stesse, spesso e volentieri, vengano ritirate solo nel tardo pomeriggio.
Ci domandiamo, altresì, come sia possibile che, nonostante siano trascorsi oltre venti giorni dall’avvio del servizio, il personale o parte di esso non sia ancora dotato dell’equipaggiamento necessario per l’espletamento di tale lavoro”.
“Naturalmente – affonda il colpo FdI Serra San Bruno – la risposta può essere facilmente ricercata tra le pieghe di questa singolare vicenda.
Un’altra doverosa considerazione la dobbiamo riservare ad un episodio che, se dovesse corrispondere a verità, sarebbe molto grave. Ci riferiamo alla circostanza che, a quanto sembra, domenica scorsa ad un autobus, i cui passeggeri erano costituiti in gran parte da persone affette da disabilità, non è stato concesso di arrivare fino all’ingresso del piazzale del santuario di Santa Maria del Bosco al fine di farli scendere ed evitare agli stessi di percorrere a piedi un tratto di strada di circa 400 metri.
Se ciò dovesse corrispondere al vero ci troveremmo veramente di fronte ad un episodio di assoluta gravità per mancanza di elasticità e di buon senso che certamente non depone a favore della fama di grande civiltà, di grande ospitalità e di grande accoglienza di cui godono Serra San Bruno ed i suoi cittadini. Conoscendo i soggetti non confidiamo assolutamente che l’Amministrazione comunale, qualora tale increscioso episodio dovesse risultare veritiero, provveda ad adottare i provvedimenti necessari”.
“Noi di Fratelli d’Italia -si legge in conclusione – ci sentiamo in dovere, se l’episodio dovesse risultare veritiero per così come qualcuno riferisce, di porgere le nostre scuse a quelle persone che, oltre ad essere costrette giornalmente a convivere con la loro disabilità, hanno dovuto fare i conti con soggetti che definire poco sensibili è un eufemismo”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento