Serra. Fratelli d’Italia chiede al sindaco di “ripristinare immediatamente il Gruppo Comunale della Protezione Civile”

“C’è voluto il primo vero acquazzone, perché di questo fortunatamente per noi si è trattato, per scoprire che dopo oltre due anni di Amministrazione targata PD a Serra San Bruno non esiste più il Gruppo Comunale di Protezione Civile tant’è – polemizzano i componenti locali di Fratelli d’Italia – che il sindaco ha dovuto ricorrere all’aiuto del Gruppo di Protezione civile di Mongiana.
Se a Serra San Bruno c’era una cosa che funzionava alla grande questo era il Gruppo di Protezione Civile costituito da

una ventina di giovani molto preparati e, soprattutto, non caratterizzati da colori politici, che ogni qualvolta c’era un’emergenza sacrificavano i propri affetti ed i propri interessi per mettersi a disposizione del sindaco, inteso come ‘Istituzione’  e non come persona fisica appartenente ad un partito politico, per intervenire dove c’era bisogno.
Probabilmente dal momento del suo insediamento il sindaco Tassone avrà pensato di avere la bacchetta magica e quindi di poter fare a meno del preziosissimo aiuto del Gruppo Comunale dei volontari della Protezione Civile, oppure avrà pensato che il Gruppo avrebbe dovuto essere costituito da soggetti che indossassero la casacca della Protezione Civile, ma quella del PD”.
“Sarebbe bastato, qualora lo avesse ritenuto opportuno, non riconfermare il coordinatore ed il vice coordinatore, i quali, tra l’altro, dimostrando una correttezza non molto comune e che non tutti possiedono, avendo ricevuto tale nomina dal sindaco precedente, al momento del cambio della guardia alla guida del Comune – sottolineano i rappresentanti serresi di FdI – avevano presentato le loro dimissioni.
Caro sindaco, non servono i comunicati stampa che mettono in risalto il fatto che Lei durante l’acquazzone è stato in continuo contatto con il responsabile regionale della Protezione civile, serve che Lei ripristini immediatamente il Gruppo Comunale dei volontari della Protezione Civile non perché ne ha bisogno Lei, ma perché eventi imprevisti ed imprevedibili possono verificarsi in qualsiasi momento e la presenza e la professionalità di quei giovani, oltre ad essere necessaria, potrebbe rivelarsi fondamentale.
Naturalmente per far parte del Gruppo non bisogna necessariamente indossare la casacca del PD, ma bisogna essere predisposti, preparati e capaci sia a coordinare che ad agire nel momento del bisogno.
“Le ricordiamo, inoltre, qualora non ne fosse a conoscenza, che il Gruppo Comunale di Protezione Civile ha in dotazione, oltre al fuoristrada, anche una Lancia Musa, confiscata alla criminalità organizzata, che le autorità preposte – concludono i membri di Fratelli d’Italia – a suo tempo hanno assegnato al Comune di Serra San Bruno proprio con la specifica finalità di metterla a disposizione del Gruppo Comunale dei volontari della Protezione Civile”.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento