Serra. Distacco dalla Provincia di Vibo: depositate 2206 firme, la minoranza chiede la convocazione del Consiglio comunale

Il Comitato Pro Catanzaro, nella persona del rappresentante Salvatore Zaffino, ha provveduto a depositare presso il Comune di Serra San Bruno le firme raccolte negli ultimi mesi nella cittadina della Certosa (2206) e volte a chiedere il distacco dalla Provincia di Vibo Valentia ed il reingresso in quella di Catanzaro.

L’operazione va a coniugarsi con l’operato dei Consigli comunali di Brognaturo e Simbario che hanno già deliberato sulla “Petizione di iniziativa popolare per riportare i Comuni dell’area delle Serre sotto la circoscrizione della Provincia di Catanzaro mediante l’utilizzo degli strumenti garantiti dall’articolo 133 della Costituzione e dall’ordinamento giuridico nazionale”. Il prossimo passo è la richiesta di convocazione del civico consesso serrese da parte degli esponenti di minoranza (Alfredo Barillari, Rosanna Federico e Cosimo Polito per “Liberamente”, Jlenia Tucci per “In alto volare”) per discutere della volontà espressa dai sottoscrittori di abbandonare la Provincia di Vibo. Il Consiglio comunale dovrebbe poi essere convocato entro 20 giorni dalla data di protocollo della richiesta. Analoga iniziativa dovrebbe essere successivamente adottata dalle opposizioni di Mongiana, Fabrizia e Spadola.

Le motivazioni di questa scelta vengono individuati dai promotori nello “stato di abbandono” in cui versa il comprensorio montano con particolare riferimento “alla viabilità e alla tutela della salute” e viene criticata “l’incapacità di reagire di fronte a fatti quali il depotenziamento dell’ospedale ‘San Bruno’, il depennamento dell’Ufficio del Giudice di Pace ed il declassamento della sede Inps a semplice punto informativo”. Vengono quindi segnalati il “progressivo depauperamento dei servizi e la conseguente impossibilità di favorire un concreto cammino di sviluppo” e viene operato un confronto con la realtà catanzarese.

“Con Vibo si muore” è il concetto riassuntivo ripetuto dal sindaco di Brognaturo Cosmo Tassone. Un pensiero che i cittadini dell’entroterra riformulano nostalgicamente sostenendo che “prima eravamo la periferia di una grande Provincia, oggi siamo la periferia della periferia”.

Restano da vedere le intenzioni della maggioranza nel Consiglio comunale serrese di “La Serra rinasce”, guidata dal sindaco Luigi Tassone.

 

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento