Serra. Disco verde al riconoscimento di altri debiti fuori bilancio nel deserto di palazzo Chimirri

Una raffica di riconoscimenti di debiti fuori bilancio (l’importo cumulativo si è ormai avvicinato al milione di euro dall’inizio del mandato) e di ratifiche di delibere di Giunta comunale concernenti variazioni d’urgenza al bilancio hanno caratterizzato un Consiglio comunale in cui sono stati anche approvati l’aggiornamento del Programma triennale dei Lavori pubblici e del Programma biennale degli acquisti di beni e servizi e lo schema di convenzione per l’affidamento del servizio di tesoreria comunale per il periodo compreso fra l’1 gennaio 2019 ed il 31 dicembre 2021. Una seduta, quella andata in scena in un surreale palazzo Chimirri (una sola persona presente come pubblico: il segretario del locale Circolo del Pd, Paolo Reitano), priva di dibattito perché nessun componente della minoranza era presente (assente Valeria Giancotti fra i banchi della maggioranza) e che dimostra come l’attività amministrativa sia condizionata dalle difficoltà derivanti da ristrettezze finanziarie. Va segnalato come, rispetto alle prime fasi della consiliatura, l’attenzione politica e della comunità sia andata gradualmente scemando, con i problemi quotidiani che sono prevalsi sull’interesse della gente verso la gestione della cosa pubblica.

Contenuti correlati

Commenta per primo

Lascia un commento